Il gruppo consigliare di Katia Parisi cambia nome: ora è "Modena Civica"

"Modena Solidale" viene sostituita dal nuovo gruppo. Prolungamento dei nidi, trasporti notturni e meno inquinamento fra le prime proposte

Dopo soli 7 mesi dalle elezioni amministrative, si esaurisce l'esperienza di "Modena Solidale" la lista della coalizione di centrosinistra guidata da Katia Parisi, che a maggio aveva ottenuto un seggio in consiglio comunale nella maggioranza del confermato Gian Carlo Muzzarelli.

Parisi ha rilanciato un progetto nuovo - discontinuo rispetto ad un'esperienza che aveva destato critiche e incomprensioni anche nel pieno della campagna elettorale - che ha comportato anche un cambio di nome e di logo: è nato infatti il gruppo "Modena Civica". Accanto alal consigliera il presidente della nuova formazione, Antonio Dell’Erario: “L’obiettivo del nuovo progetto politico è dare rappresentanza alle tante istanze civiche che riguardano la nostra città e il nostro territorio. In appena una settimana hanno già aderito al progetto politico di Modena Civica oltre a 300 cittadini Modenesi, questo a testimonianza di quanta voglia di partecipare alla vita politica e sociale hanno cittadini della nostra splendida città. Tanti cittadini che hanno già aderito sono elettori delusi da movimenti nati dal basso ma che alla fine sono finiti per istituzionalizzarsi perdendo il contatto diretto con i cittadini. Modena Civica si colloca convintamente al fianco del Sindaco Giancarlo Muzzarelli di cui ne condivide il programma e l’azione amministrativa".

La Consigliera Comunale Katia Parisi ha rilanciato su tre proposte principali: "Prolungamento a tariffa ordinaria dei nidi e degli asili comunali fino al 31 Luglio. Ogni anno tante famiglie Modenesi spendono centinaia di euro per poter iscrivere i propri figli a campi scuola che suppliscono nel mese di luglio e Agosto a nidi ed Asili. “Mi muovo di Notte” . Una Città  che cresce in modo esponenziale sia in termini di turismo che in termini di studenti che frequentano il nostro Ateneo deve necessariamente dotarsi di linee del trasporto pubblico notturne.
Per quanto concerne l’Ambiente abbiamo individuato una serie di misure che racchiudiamo sotto lo slogan “INQUI-NO” per concorrere a ridurre in modo sistemico il problema dell’inquinamento. Tali misure dovranno prevedere: agevolazioni e riduzioni delle imposte legate all’abitazione (TARI -IMU-TASI) per condomini e singoli che decidono di rinnovare i sistemi di riscaldamento rendendoli meno inquinanti; La Promozione del trasporto pubblico prevedendo forti agevolazioni tariffarie per i cittadini che decidono di usare il mezzo pubblico per il tragitto casa – lavoro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro alle porte di Pavullo, muore in auto un ragazzo di 19 anni

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Manovre scorrette alla guida, parte la campagna di controlli della Municipale

  • Carnevale 2020, tutti gli appuntamenti di Modena e provincia

  • La città di Modena si riunisce in Duomo per l'ultimo saluto a Mirella Freni

  • Richiesta di concordato preventivo per la Goldoni Arbos, scatta lo sciopero

Torna su
ModenaToday è in caricamento