Ordinanza anti-botti, Carpi la prolunga fino al giorno dell'Epifania

Il Sindaco Bellelli ha firmato il documento: “In vigore l’ordinanza, ma utilizzate soprattutto il buon senso”

Il Comune di Carpi ha deciso, già dal 2012, di vietare i ‘botti’ di San Silvestro: l’ordinanza firmata anche quest’anno dal Sindaco Alberto Bellelli è già in vigore ed è valida fino alle 24 del 6 gennaio 2018. L’ordinanza vieta “a chiunque, in assenza di licenza di cui all’art. 57 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza (T.U.L.P.S.) di effettuare o far effettuare, in luogo pubblico o di uso pubblico e nei luoghi privati da cui possano essere raggiunte o interessate direttamente aree e spazi ad uso pubblico, lo scoppio di petardi, mortaretti ed artifici similari e di ogni tipo di fuoco pirotecnico; a chiunque di utilizzare nei luoghi privati, senza la licenza di cui all'art. 57 del T.U.L.P.S., fuochi pirotecnici non posti in libera vendita;  a chiunque di effettuare, o far effettuare, in luogo pubblico o di uso pubblico lo scoppio di petardi, mortaretti ed artifici similari e di ogni tipo di fuoco pirotecnico anche se di libera vendita”.

L’ordinanza raccomanda poi “a tutti coloro che hanno la disponibilità di aree private, finestre, balconi, lastrici solari, luci e vedute e simili  prospicienti la pubblica via, aree pubbliche, o private ad uso pubblico, di limitarne e controllarne l'uso per l’effettuazione di spari, scoppi, lanci di fuochi pirotecnici, mortaretti, e simili e, comunque, di evitare il lancio di detti artifici, nonché la caduta di altri oggetti pericolosi per la pubblica incolumità, verso luoghi pubblici o di uso pubblico; a genitori e tutori di minori, di vigilare sul corretto uso dei dispositivi nei luoghi privati, sul rispetto delle istruzioni, e per evitare che i minori raccolgano ordigni inesplosi; ai proprietari di animali d’affezione, di vigilare e di attivarsi affinché il disagio degli animali determinato dagli scoppi non causi danni alle persone e agli animali medesimi”.

Le sanzioni amministrative previste dall’ordinanza vanno da 50 a 371 euro, senza contare le sanzioni accessorie che possono prevedere anche l’arresto fino ad un anno di colui che venisse sorpreso, senza licenza, a fare esplodere ‘botti’ o fuochi pirotecnici non posti in libera vendita.

“Applicare ordinanze come queste non è sempre facile, soprattutto in determinate circostanze. Però pensiamo che questo provvedimento possa rappresentare un incentivo per evitare tanti disagi e problemi, e mi riferisco anche ai nostri amici animali, e un utile monito ai cittadini di ogni età su quanto sia importante utilizzare soprattutto il buon senso quando si maneggiano materiali pirotecnici, anche in luoghi privati” commenta il Sindaco Alberto Bellelli. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Patente a punti. Come fare controllo e verifica del saldo

  • Furto in casa a Vignola, setacciati i "compro oro" e denunciata una ragazza

  • Sanità. Lo screening prenatale NIPT diventerà gratuito per tutte le donne in gravidanza

  • Contromano in Tangenziale, un agente salta in guardrail e lo blocca

  • Policlinico di Modena. Da Gennaio al via l'ambulatorio specializzato sulla paralisi facciale

Torna su
ModenaToday è in caricamento