Gay Pride, il Comune conferma la data e concede il patrocinio alla sfilata

L’assessore alle Pari opportunità Irene Guadagnini: “L’iniziativa mette in primo piano il tema dei diritti in linea con le azioni contro la discriminazione di genere”

Per il Gay pride programmato dagli organizzatori per il prossimo 1 giugno, Arci Gay ha chiesto un patrocinio che la Giunta del Comune di Modena ha deciso di concedere. Ad annunciarlo è l’assessora alle Pari opportunità Irene Guadagnini che spiega come la manifestazione metta in primo piano il tema dei pari diritti, “sulla stessa linea di riflessioni e azioni a favore della pari dignità di tutte le persone e contro la discriminazione che come Amministrazione stiamo seguendo dall’inizio di questa legislatura, in collaborazione con le associazioni Lgbt insieme alle quali abbiamo costituito un tavolo di confronto”.

Gli organizzatori della manifestazione (coordinati dal Circolo Arci gay “Matthew Sheperd di Modena) stanno lavorando per definire un percorso che terrà conto delle altre iniziative in programma in quel giorno in città. Come noto, infatti, si tratta dell'ultimo sabato di campagna elettorale prima del turno di ballottaggio delle elezioni amministrative, elemento che aveva destato non poco malumori soprattutto fra le forze politiche di opposizione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavoro nero, sospesa l'attività di una pizzeria di Maranello

  • Scappa di casa a soli 10 anni, ritrovato in stazione in piena notte

  • Schianto sullo svincolo della Pedemontana, un ferito a Sassuolo

  • Licenziati due dipendenti della Polcart, i colleghi minacciano lo sciopero

  • Memoria. Medaglia d'Onore per Giovanni Carlo Rossi, papà di Vasco

  • Salvini chiude la campagna elettorale a Maranello. E arrivano le sardine

Torna su
ModenaToday è in caricamento