Gay Pride, il Comune conferma la data e concede il patrocinio alla sfilata

L’assessore alle Pari opportunità Irene Guadagnini: “L’iniziativa mette in primo piano il tema dei diritti in linea con le azioni contro la discriminazione di genere”

Per il Gay pride programmato dagli organizzatori per il prossimo 1 giugno, Arci Gay ha chiesto un patrocinio che la Giunta del Comune di Modena ha deciso di concedere. Ad annunciarlo è l’assessora alle Pari opportunità Irene Guadagnini che spiega come la manifestazione metta in primo piano il tema dei pari diritti, “sulla stessa linea di riflessioni e azioni a favore della pari dignità di tutte le persone e contro la discriminazione che come Amministrazione stiamo seguendo dall’inizio di questa legislatura, in collaborazione con le associazioni Lgbt insieme alle quali abbiamo costituito un tavolo di confronto”.

Gli organizzatori della manifestazione (coordinati dal Circolo Arci gay “Matthew Sheperd di Modena) stanno lavorando per definire un percorso che terrà conto delle altre iniziative in programma in quel giorno in città. Come noto, infatti, si tratta dell'ultimo sabato di campagna elettorale prima del turno di ballottaggio delle elezioni amministrative, elemento che aveva destato non poco malumori soprattutto fra le forze politiche di opposizione.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Salta la cassa con una tv sotto braccio, stroncata sul nascere l'impresa impossibile di un 31enne

  • Cena aziendale degenera, minaccia il collega armato di coltello e forchettone

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Truffa del CD-rom, incastrato un 45enne dopo sette colpi in città

  • Si affrontano in strada per una donna "contesa", feriti e denunciati

  • Scontro fatale con un'auto, muore un motociclista 55enne a Zocca

Torna su
ModenaToday è in caricamento