Immigrazione nel modenese, Leoni:"Troppi stranieri, colpa della sinistra"

"Le politiche amministrative della sinistra hanno causato l'aumento di stranieri sul territorio". La polemica arriva dal consigliere regionale Andrea Leoni

“Nonostante la crisi economica internazionale che ha spinto molti stranierii a lasciare il nostro Paese, Modena e la sua provincia, continuano ad attirarne e ad aumentarne il loro numero". A lanciare l'allarme immigrati è il consigliere regionale pidiellino Andrea Leoni in seguito alla pubblicazione, da parte della Provincia di Modena, dei dati relativi alla presenza di stranieri residenti sul territorio."Sono dati che preoccupano - continua Leoni - quelli che ci dicono come la percentuale di stranieri in provincia di Modena abbia raggiunto il 13,6%, in aumento di 6000 unità, praticamente una cittadina, in un solo anno".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E sferra l'attacco polemico al centrosinistra e alle politiche delle sue amministrazioni "che continuano ad attirare migliaia di immigrati promettendo e garantendo loro privilegi sugli aiuti economici, sull'assistenza sociale e sulla casa". Secondo il consigliere simili scelte "se confermate, continueranno a creare un danno enorme" in quanto "il nostro sistema sociale ed economico non può reggere un tale peso". "Modena non si sarebbe potuta permettere - prosegue il consigliere - di avere una percentuale doppia di stranieri rispetto la media nazionale in periodo economicamente più positivi, figuriamoci ora. Le possibilità di garantire lavoro, scuola e servizi ad un tale numero di immigrati non c'erano ieri e non ci sono oggi. Il rischio reale e concreto è di continuare ad aumentare le sacche di degrado, di lavoro di mancata integrazione. Questa è disintegrazione sociale fatta a sistema"

Per concludere l'invito è alla sinistra che "anziché continuare a pensare esclusivamente a come dare il voto agli immigrati dovrebbe pensare alle conseguenze devastanti che il loro continuo aumento avrà nel breve e lungo periodo sulla nostra società. I dati confermano che il modello teorizzato ed applicato dalle amministrazioni di sinistra ha fallito e non è assolutamente insostenibile. Gli effetti della crisi ne hanno solamente amplificato e anticipato gli effetti devastanti, E’ davvero giunto il momento di cambiare rotta”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiude anche la Cornetteria: "Queste regole impediscono di lavorare"

  • Coronavirus, tornano a crescere i casi in regione. "Stiamo testando gli asintomatici"

  • Fase 2, buone notizie per chi deve prendere la patente: c'è la data per la riapertura delle scuole guida

  • Contagio, due nuovi casi a Carpi e Castelvetro. Deceduta una 54enne

  • Contagio, ancora due positivi nel modenese. Ennesimo decesso in Appennino

  • Covid-19 e fase acuta: a Modena il primo intervento di riparazione del tessuto polmonare

Torna su
ModenaToday è in caricamento