Indagini CPL Concordia, l'ex Procuratore Zincani bacchetta il M5S

Zincani si appresta a pubblicare il risultato del suo lavoro come presidente dell'organismo di vigilanza della coop e rimprovera i grillini: “Io avviai le prime indagini, loro invece disinformano”

Vito Zincani, ex procuratore capo di Modena e dall'aprile scorso presidente dell'organismo di vigilanza di Cpl Concordia, prende la parola dopo le ultime inchieste che hanno coinvolto la cooperativa modenese. Messa sotto accusa dagli inquirenti sulla metanizzazione di Ischia e piu' recentemente sugli impianti fotovoltaici scoperti a Bari, con tanto di sequestri milionari, Cpl confida comunque che il nuovo corso interno avviato dopo le prime bufere giudiziarie possa contribuire al ritorno nella white list prefettizia, decisiva per continuare a operare nel mercato e rilanciare l'azienda. Tuttavia, le polemiche continuano. Ieri è stato il Movimento 5 Stelle, subito contestato da Legacoop Modena, a parlare di "sistema preoccupante" attorno a Cpl chiedendo tra l'altro di far revisionare i suoi bilanci da soggetti estranei al sistema. Ma i 5 Stelle si sono chiesti anche perchè le indagini non siano partite per tempo da Modena, in particolare "come mai l'azione di Vito Zincani, oggi nell'organo di vigilanza della stessa Cpl Concordia ma che ricordiamo essere stato procuratore capo della magistratura di Modena, non ha mai messo in luce nulla di queste vicende".

Ebbene, l'ex pm non ci sta e reagisce senza sconti, annunciando fra l'altro di pubblicare a breve online i risultati del proprio attuale lavoro dentro Cpl. "è stata proprio la Procura di Modena da me diretta ad avviare il primo procedimento penale contro Cpl Concordia, iscrivendo la società, che aveva ricevuto il rating di legalità dall'Autorità Garante della concorrenza e del mercato, nell'apposito registro degli indagati, e quando i fatti di cui oggi si occupa la stampa non erano ancora emersi", chiarisce Zincani parlando oggi alla 'Dirè.

E quindi, taglia corto l'ex procuratore a proposito della domanda sul suo conto del Movimento 5 stelle, "in realtà è una volgare insinuazione per la quale mi riservo ogni opportuna tutela", e "rispondo che la stessa è semplicemente falsa". Ma chiarisce ancora Zincani sul fronte giudiziario: "Nessuna notizia dei reati imputati ai dirigenti di Cpl Concordia per i quali oggi si procede- segnala Zincani- è mai pervenuta alla Procura di Modena prima del 31 dicembre 2014, data in cui ho lasciato l'incarico di procuratore, essendo gli stessi venuti alla luce successivamente e in altre sedi".

L'ex pm si sofferma quindi sul suo attuale ruolo di 'guardiano' della legalità dentro la cooperativa modenese: "Nella mia attuale veste di presidente dell'organismo di vigilanza di Cpl Concordia ho radicalmente modificato- spiega Zincani- il sistema di prevenzione del rischio di reati commessi nell'interesse o a vantaggio dell'ente. Questo mediante l'adozione di tutti presidi previsti dalla legge, dalle buone prassi, e dalle linee guida dell'Autority anticorruzione, per cui oggi tale rischio è contenuto all'interno di misure molto incisive ed avanzate, che saranno tra pochi giorni- annuncia Zincani- liberamente consultabili sul sito web della società".

L'ex procuratore conclude confermando di aver gradito per nulla il pressing grillino: "Stupisce e dispiace- evidenzia Zincani- constatare che si possa spendere il nome di un movimento, che raccoglie un importante consenso tra i cittadini ed al quale vanno le simpatie di molti e mie personali per il forte impegno sui temi della moralizzazione della vita politica, in modo tanto superficiale, con toni esclusivamente scandalistici e risultati di disinformazione, palesemente in contrasto con la gravità e la delicatezza del tema della legalità nelle attività imprenditoriali, sul quale- assicura l'ex procuratore capo di Modena- ho esercitato parte rilevante della mia vita professionale, da magistrato sul piano repressivo, ora sul piano preventivo".

(DIRE)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro alle porte di Pavullo, muore in auto un ragazzo di 19 anni

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Manovre scorrette alla guida, parte la campagna di controlli della Municipale

  • Carnevale 2020, tutti gli appuntamenti di Modena e provincia

  • Richiesta di concordato preventivo per la Goldoni Arbos, scatta lo sciopero

  • Rientrato il 29enne di Finale Emilia, ricerche sospese

Torna su
ModenaToday è in caricamento