Volantinaggio degli studenti di destra davanti al liceo, una prof su Facebook: "Decerebrati e sfigati"

Reazione sopra le righe di una docente del liceo scientifico "Tassoni" in risposta alla distribuzione di volantini da parte di Azione Studentesca, che si domanda: "Quale serenità di giudizio può venire da chi dimostra un tale pregiudizio ideologico?"

Fa discutere un episodio che ha coinvolto una docente del Lieco Scientifico "Tassoni" di Modena, la quale ha commentato sul proprio profilo Facebook il volantinaggio svolto nei giorni scorsi da Azioen Studentesca, l'associazione di destra che in città oggi fa riferimento al circolo La Terra dei Padri. La docente ha criticato la "chiamata alle armi dei decerebrati di Azione Studentesca" in un posto pubblico, spiegando anche: "Si sentono 'lupi in mezzo a un mare di pecore', invece sono solo un manipolo di sfigati, per fortuna irrisi dalla maggior parte degli/delle studenti", arrivando a qualificare come "carri rotti" gli studenti che hanno mostrato interesse per le iniziative di Azione Studentesca.

La professoressa - che politicamente aderisce al progetto della sinistra civica Modena Volta Pagina - ha reagito in modo molto diretto e con parole che è raro sentire pronunciare da una docente verso alunni adolescenti. Il post ha sollevato non poche perplessità, in primis dagli stessi ragazzi dell'associazione di destra: "Come è possibile che un Docente di una scuola pubblica arrivi ad offendere in questo modo studenti che dimostrano di avere idee opposte alle sue? Quale serenità di giudizio può venire da chi dimostra un tale pregiudizio ideologico?", si domandano i diretti interessati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Poniamo queste domande innanzitutto  agli studenti ed al corpo docente del liceo Tassoni e più in generale all'intera cittadinanza - prosegue azione studentesca - La scuola pubblica non dovrebbe essere un luogo di libera circolazione del pensiero, che si nutre certamente di discussioni e anche di contrapposizioni, ma che dovrebbe basarsi sul rispetto come condizione necessaria alla convivenza civile all'interno di ogni Istituto?".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 71 nuovi positivi, di cui 48 asintomatici. A Modena focolaio in un prosciuttificio

  • Covid. Altri 18 contagiati nel focolaio del salumificio di Castelnuovo

  • Frontale nelle campagne di Soliera, muore un ragazzo di 20 anni

  • Contagio, 7 casi nel modenese. Uno è in ospedale

  • Forno rumoroso in centro storico, sequestrati i locali per la produzione

  • Viaggia con la figlia e 32 kg di marijuana in auto, arrestato in A1

Torna su
ModenaToday è in caricamento