Ex Amcm, la Giunta garantisce: "Sarà valorizzato il cinema estivo"

Il Supercinema gestito resta nella sede storica, ma con nuova biglietteria e interventi di riqualificazione, compreso lo studio sull’acustica. Incontro di Cavazza e Vandelli con la presidente Barbolini

Il Supercinema estivo verrà valorizzato, con nuovi servizi, nella sua sede storica nell’ambito del Parco della creatività che verrà realizzato nell’ex Amcm a Modena: una nuova biglietteria, con accesso dalla piazza pedonale nel cuore del comparto, la riqualificazione dell’area tecnica (bar, bagni e strutture per le proiezioni), un deposito per le bici adeguatamente custodito e collegato alla rete delle piste ciclabili, uno studio specifico sull’acustica e un’organizzazione coordinata delle attività che eviti interferenze con le iniziative culturali e commerciali che si svolgono nella zona.

Sono le garanzie che ha fornito attraverso una nota stampa la Giunta comunale di Modena, anche a seguito delle polemiche stanno affollando il dibattito sulla riqualificazione - travagliata e spesso stravolta - del comparto, che comprende anche l'apprezzatissimo cinema estivo. Gli interventi principali, che dovranno essere definiti nelle prossime settimane, sono stati discussi nei giorni scorsi in un incontro con la presidente dell’associazione Supercinema estivo Greta Barbolini dal vicesindaco e assessore alla Cultura Gianpietro Cavazza e dall’assessora all’Urbanistica Anna Maria Vandelli che hanno sottolineato l’impegno condiviso per garantire “la centralità della cultura” nello sviluppo di tutto il progetto del comparto dove saranno operativi anche il Laboratorio aperto, il nuovo Teatro delle Passioni (cantiere al via in settembre), la sede e la scuola di teatro di Ert.

“Consideriamo importante - dichiara Greta Barbolini - che il piano di rigenerazione dell’ex Amcm voglia valorizzare un lavoro di promozione della cultura cinematografica costruito in 50 anni di attività culturale. Siamo pronti a dare il nostro contributo perché la rigenerazione dell’area sia una vera occasione per rilanciare una parte importante di città a partire da un Supercinema Estivo rinnovato, all’altezza delle aspettative dei cittadini”.

Per l’assessore alla Cultura Gian Pietro Cavazza, nella progettazione dell’area, così come nell’uso delle piazze, “bisognerà riconoscere la priorità del cinema e delle attività culturali rispetto alle iniziative commerciali e dei privati”. Gli interventi relativi all’area del cinema verranno predisposti con il progetto di recupero del comparto che dovrà essere approvato dal Consiglio comunale in autunno dopo che nei giorni scorsi ha dato il via libera al progetto di fattibilità frutto della procedura di negoziazione avviata dal Comune.

“Già in questa fase – precisa l’assessora Vandelli - è emersa l’esigenza di rendere più omogeneo e fruibile lo spazio pubblico a sud del cinema estivo organizzandolo come una sorta di piazzetta. Sarà compito dei tecnici individuare le specifiche soluzioni progettuali, ma l’obiettivo è quello di migliorare l’accesso del pubblico, anche rispetto alla situazione attuale, con una nuova biglietteria, più ampia, che tenga conto anche delle nuove esigenze imposte dalla digitalizzazione. Inoltre, servirà anche un’area da destinare all’informazione sulla programmazione del cinema e, più in generale, sull’attività culturale prevista nel Parco della creatività e in città, considerando che il cinema richiama centinaia di persone ogni sera durante l’estate, circa 25 mila persone a stagione”.

Nel progetto del comparto, l’area riservata al cinema rimane quella attuale ma sarà necessario tenere conto delle altre attività culturali e commerciali che si svolgeranno nella zona, partendo dalla priorità che si intende assegnare al cinema estivo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Lo studio sull’acustica – aggiunge Vandelli – servirà proprio per definire eventuali interventi strutturali, come barriere mobili o pannelli, per garantire l’assenza di interferenze con le altre attività, ma dovrà essere accompagnato anche da un approfondimento sulle possibili interferenze luminose e da un coordinamento di calendari e orari sia riguardo al commercio (aperture, attività di carico e scarico) sia in relazione alle iniziative culturali e di spettacolo che si possono svolgere nelle piazze del Parco della creatività”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Contagio. Tre ricoveri a Modena, uno in Terapia Intensiva

  • Frontale nelle campagne di Soliera, muore un ragazzo di 20 anni

  • Coronavirus, 71 nuovi positivi, di cui 48 asintomatici. A Modena focolaio in un prosciuttificio

  • Contagio. Nel modenese 5 casi, di cui uno ricoverato in ospedale

  • Contagio, 7 casi nel modenese. Uno è in ospedale

  • Forno rumoroso in centro storico, sequestrati i locali per la produzione

Torna su
ModenaToday è in caricamento