Area Nord, Lega: "Falsità su Ghelfi", Malavasi: "No, tutto documentato"

La segreteria del Carroccio difende a spada tratta il coordinatore provinciale, ma Malavasi (La Destra) rincara: "Vittimismo per negare l'evidenza: le giustificazioni per le assenze sono state tutte presentate in ritardo"

Francesco Malavasi, La Destra

"Basta falsità su Ghelfi e sul nostro movimento, non è vero che il nostro coordinatore è stato e verrà estromesso dal consiglio dell'Area Nord". La reazione della segreteria del Carroccio alle accuse di assenteismo avanzate da Francesco Malavasi (La Destra) non si è fatta attendere: "Sono le solite menzogne che vengono montate ad arte per gettare fango su di noi", hanno fatto sapere da viale Caduti in Guerra. "Peccato che i fatti parlino diversamente", ha replicato l'accusatore Malavasi. Secondo l'esponente del partito di Francesco Storace, quella della Lega era "l'unica risposta che avrebbero potuto fornire, dato che in mano non hanno nulla per dimostrare il contrario". Malavasi ha snocciolato gli appuntamenti mancati in consiglio da Riad Ghelfi e le relative giustificazioni, tutte presentate in ritardo, ovvero oltre i 15 giorni di termine fissati dallo statuto del consiglio dell'Unione dei Comuni Area Nord: il 22 e il 29 settembre, nell'atto giustificativo, Riad Ghelfi ha comunicato al segretario Alessio Primavera di essere stato in viaggio a Parigi, assenza il 24 novembre per motivi personali non meglio specificati, assente anche il 22 dicembre per essere stato "in macelleria da sua sorella" presumibilmente per motivi di lavoro. Malavasi ha voluto fare chiarezza: "Non c'è nessun attacco al movimento della Lega Nord, non ce l'ho con il Carroccio, io ce l'ho con chi prende degli impegni che puntualmente non vengono rispettati. Ghelfi non ha nulla di concreto con cui ribattere e, quindi, deve per forza fare la vittima". L'esponente de "La Destra" ha quindi rinnovato l'auspicio per la fine anticipata del mandato di Ghelfi nel consiglio dell'Area Nord: "È ben specificato nello statuto all'articolo 17 - ha concluso recitando il testo del regolamento - Decade il consigliere che senza giustificato motivo non interviene a quattro sedute: a tal fine deve essere formalmente notificata la causa di decadenza. Il problema - ha ricordato infine Malavasi - è che Ghelfi ha presentato le giustificazioni sempre e comunque in ritardo"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento scontro sulla Tangenziale di Vignola, deceduta una automobilista

  • Coop Alleanza 3.0, la Cgil conferma lo stato di agitazione dopo le denunce dei dipendenti

  • Contagio, 7 positivi a Modena. Si tratta di due focolai famigliari

  • Coronavirus, stranieri positivi rientrati in Italia e isolati. Salgono di 51 i casi in regione

  • Nubifragio e allagamenti, disagi lungo la Pedemontana per gli smottamenti

  • Malore durante il bagno, turista modenese perde la vita a Rimini

Torna su
ModenaToday è in caricamento