Finale Emilia. Sinistra Civica: "La conferenza dei servizi non approvi ampliamento della discarica"

Sinistra Civica sul progetto dell'ampliamento della discarica a Finale Emilia: "La conferenza dei serivizi non approvi. Feronia lo ritiri e la Regioni lo stralci dal piano rifiuti nel rispetto del Consiglio Comunale."

Il consigliere comunale Stefano Lugli di Sinistra Civica per Finale Emilia spiega: "L’esame del progetto di ampliamento della discarica di Finale Emilia sia sospeso fino alla conclusione delle indagini in corso sui conferimenti al sito di stoccaggio di via Rovere e che coinvolgono direttamente Feronia, la società che ha proposto una nuova maxi discarica di rifiuti industriali a Finale Emilia."

Continua il consiglie: "È la richiesta che Sinistra Civica avanza ai soggetti che compongono la Conferenza dei servizi e che giovedì 17 gennaio sono chiamati ad esprimersi sul progetto di ampliamento dopo che il tradimento del governo Conte ha di fatto riavviato l’iter istruttorio allineando la Presidenza del consiglio dei Ministri agli obiettivi della Regione che a tutti i costi vuole portare nuovi rifiuti a Finale Emilia."

Quindi la richiesta: "A Feronia chiediamo di ritirare il progetto e alla giunta Bonaccini di rivedere un piano dei rifiuti che non può continuare a vedere in Finale Emilia la pattumiera della Regione. Questo è l’unico modo per rispettare il consiglio comunale, che a stragrande maggioranza dei suoi componenti si è espresso chiaramente contro l’apertura di una nuova discarica."

"Chiediamo anche che l’assessore Borgatti e il sindaco Palazzi - spiega Lugli - chiariscano nel prossimo consiglio comunale il tentativo di Hera di influenzare le decisioni dell’amministrazione comunale proponendo un anticipo dell’indennizzo ambientale di 5 milioni di € denunciato dall’assessore Borgatti nel corso dell’incontro promosso dall’Osservatorio civico sabato 12 gennaio a Massa Finalese. Ci saremmo aspettati che un episodio così grave fosse messo immediatamente a conoscenza dei cittadini e del consiglio comunale, perché renderlo noto solo ora sa tanto di propaganda elettorale."

Per poi concludere: "Giovedì 17 gennaio saremo a Modena assieme a numerosi cittadini al presidio che abbiamo promosso davanti alla sede di Arpae per chiedere che non venga presa nessuna decisione favorevole all’ampliamento della discarica e invitiamo tutti a partecipare per far comprendere a chi deve prendere decisioni sulla testa dei finalesi quale è la nostra determinazione per cambiare il futuro di Finale Emilia."

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Sisma, 7 anni dopo: nella Bassa una popolazione “resiliente”

  • Cronaca

    Travolti dopo un incidente, due morti nel tratto modenese della A1

  • Cronaca

    Via Giardini, rapina di prima mattina alla Farmacia San Faustino

  • Attualità

    Pioggia intensa, allerta arancione per tutta la giornata. Ponti aperti

I più letti della settimana

  • Travolti dopo un incidente, due morti nel tratto modenese della A1

  • Notte Bianca di Modena, si farà anche in caso di maltempo

  • Arrivo di tappa a Modena, le strade chiuse per il passaggio del Giro

  • L'agriturismo La Falda chiude dopo l'allagamento, "Le istituzioni non hanno mai fatto le debite manutenzioni"

  • Folle corsa per seminare la Polizia, poi il frontale con la Volante. Due arresti

  • Via Giardini, rapina di prima mattina alla Farmacia San Faustino

Torna su
ModenaToday è in caricamento