Spending Review, Poggi: “Affitti, dal 2009 risparmiati 745mila euro”

L'assessore al Patrimonio interviene dopo la classifica del Sole 24 Ore che colloca il Comune di Modena al primo posto in Italia per spese relative ad affitti e canoni: "Abbiamo già ridotto le spese e continueremo a risparmiare"

Fabio Poggi

Se Modena guida la classifica delle città più spendaccione per quel che riguarda gli affitti dei locali comunali non è solo colpa nostra. Questo in buona sostanza ciò che riferisce l’assessore al patrimonio del Comune di Modena Fabio Poggi, spiegando come parte della responsabilità della lievitazione dei bilanci sia da imputare anche allo stato; in una nota diffusa dalla sala stampa di Piazza Grande si legge infatti che “Della spesa totale per affitti passivi dell’Amministrazione comunale, che per il 2012 ammonta a 3 milioni 245 mila euro, è giusto ricordare che 560 mila 712 euro vengono spesi in affitti per le attività giudiziarie e del Centro per l’impiego, funzioni definite dallo Stato”.

CLASSIFICA - Sempre a detta di Poggi, la classifica stilata dal quotidiano comprende anche una serie di voci “che per un confronto omogeneo tra città capoluogo sarebbe opportuno escludere”, come ad esempio le spese figurative per la messa a disposizione delle sedi di proprietà del Comune per gli uffici giudiziari, pari a 1 milione 440 mila euro, anche se a questo rilievo si potrebbe obiettare che presumibilmente le stesse voci che per l’assessore andrebbero escluse dalle valutazioni, in realtà sono state messe in conto anche a tutte le altre città inserite nella lista.