Spending Review, Poggi: “Affitti, dal 2009 risparmiati 745mila euro”

L'assessore al Patrimonio interviene dopo la classifica del Sole 24 Ore che colloca il Comune di Modena al primo posto in Italia per spese relative ad affitti e canoni: "Abbiamo già ridotto le spese e continueremo a risparmiare"

Fabio Poggi

Se Modena guida la classifica delle città più spendaccione per quel che riguarda gli affitti dei locali comunali non è solo colpa nostra. Questo in buona sostanza ciò che riferisce l’assessore al patrimonio del Comune di Modena Fabio Poggi, spiegando come parte della responsabilità della lievitazione dei bilanci sia da imputare anche allo stato; in una nota diffusa dalla sala stampa di Piazza Grande si legge infatti che “Della spesa totale per affitti passivi dell’Amministrazione comunale, che per il 2012 ammonta a 3 milioni 245 mila euro, è giusto ricordare che 560 mila 712 euro vengono spesi in affitti per le attività giudiziarie e del Centro per l’impiego, funzioni definite dallo Stato”.

CLASSIFICA - Sempre a detta di Poggi, la classifica stilata dal quotidiano comprende anche una serie di voci “che per un confronto omogeneo tra città capoluogo sarebbe opportuno escludere”, come ad esempio le spese figurative per la messa a disposizione delle sedi di proprietà del Comune per gli uffici giudiziari, pari a 1 milione 440 mila euro, anche se a questo rilievo si potrebbe obiettare che presumibilmente le stesse voci che per l’assessore andrebbero escluse dalle valutazioni, in realtà sono state messe in conto anche a tutte le altre città inserite nella lista.

RISPARMI - Certo è che il Comune ha ben presente la problematica affitti e non la nasconde, infatti non solo è stato avviato il progetto del nuovo piano sedi, ma già in questi anni si è cercato di risparmiare sui canoni di locazione dei locali dell’amministrazione modenese: “Ammontano a 744 mila 859 euro i risparmi che il Comune di Modena ha ottenuto grazie alla riduzione delle spese di affitto operata dal 2009 a oggi e per il 2013 è già previsto un ulteriore risparmio di 284 mila 575 euro per dismissioni già definite. Dal riordino del Piano sedi presentato proprio in questi giorni deriverà inoltre una riduzione di spesa di 1 milione 696 mila 647 euro”. Se ancora non sembra abbastanza, ecco arrivare le rassicurazioni: entro la fine del mandato Pighi, Fabio Poggi assicura che soltanto dalla riduzione degli affitti per i locali dell’amministrazione  “il Comune di Modena avrà operato una spending review di oltre tre milioni di euro”.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Attentato in piena notte, ordigno contro la Scuola di Polizia Locale

  • Cronaca

    Tregua finita, i ladri rimettono sotto assedio il comparto Salvo D'Acquisto

  • Cronaca

    Chioschi nel parco, il Tribunale assolve tutti e ordina il dissequestro

  • Cronaca

    Bivacchi notturni in piazzale Risorgimento. E al mattino si contano i danni

I più letti della settimana

  • Il centrodestra conquista anche Vignola, Simone Pelloni eletto sindaco

  • Un parco pubblico attrezzato accanto alla scuola? I residenti fanno naufragare il progetto

  • Il Pd incassa la sconfitta di Vignola: "Segnale preoccupante"

  • Bivacchi e degrado nei parchi, tanti controlli e poche multe

  • Modena Park, M5S contro il Comune: "La situazione vi è sfuggita di mano"

  • Vignola al ballottaggio, domenica la sfida Pelloni-Covili

Torna su
ModenaToday è in caricamento