Incrocio tra via Respighi e via degli Scarlatti, per il semaforo si dovrà attendere

“Ma chiederemo alla Municipale di intensificare i controlli sul rispetto dei limiti di velocità”: l’assessora Filippi ha risposto all’interrogazione di Carpentieri

Gli uffici tecnici del Comune stanno lavorando a uno studio di fattibilità per realizzare un impianto semaforico all’incrocio delle vie Respighi-Marinuzzi e Scarlatti che induca gli automobilisti a rispettare i limiti di velocità. “Si tratta di un intervento complesso che ha tempi non brevi, nel frattempo, abbiamo chiesto alla Polizia municipale di intensificare i controlli sul rispetto del limite di velocità di 50 km/h”. Lo ha detto l’assessora alla Mobilità Alessandra Filippi rispondendo oggi, giovedì 8 novembre, in Consiglio comunale all’interrogazione proposta da Antonio Carpentieri, Pd, che rilevava come in quel tratto le auto viaggino molto veloci e si siano verificati diversi incidenti nonostante gli interventi già effettuati per migliorare la sicurezza, chiedendo, quindi, ulteriori specifici interventi.

Nella risposta, l’assessora Filippi ha specificato che “la segnaletica orizzontale e verticale sull’incrocio risulta completa ed efficiente”: sono presenti i segnali di fermarsi dare la precedenza, segnali verticali di preavviso sui quattro rami dell'intersezione abbinati a dispositivi lampeggianti a led alimentati da pannelli fotovoltaici sulla viabilità che gode del diritto di precedenza e i rallentatori ottici. Gli incidenti stradali rilevati, soprattutto scontri fronto-laterali, mettono in luce problematiche importanti e non risolvibili con un ulteriore potenziamento della segnaletica orizzontale e verticale o con la collocazione di dossi in gomma.

Il progetto allo studio per l’impianto semaforico all’incrocio con via degli Scarlatti è particolarmente complesso: oltre al disegno dell’incrocio, allo studio dei raggi di curvatura dei mezzi pesanti e delle fasi semaforiche, e alla verifica dei sottoservizi, occorre infatti acquisire le aree private necessarie per l’installazione o attraverso accordi bonari con i proprietari o con una procedura di esproprio. “I tecnici – ha sottolineato l’assessora – stanno lavorando in modo che l’impatto sulle attività, in termini di perdita di spazi verdi e di parcheggi, sia il più limitato possibile”. Una volta verificati tutti gli elementi, gli uffici procederanno con la redazione del computo metrico e del quadro economico e l’intervento dovrà essere inserito nella programmazione degli interventi dell’Amministrazione.

Il tratto di strada Respighi-Marinuzzi è classificato come strada locale urbana, interna al centro abitato ma che non si configura, per uso e caratteristiche, come viabilità residenziale. In particolare, l’intersezione sorge in zona industriale-commerciale-artigianale ed è contornata da diverse attività con aree pertinenziali e di parcheggio. L’asse viario Respighi-Marinuzzi costituisce la viabilità principale che serve la zona e sulla strada si registra il transito di mezzi pubblici e mezzi pesanti (autocarri, autotreni, autoarticolati) diretti alle diverse ditte. La stessa strada costituisce, inoltre, percorso preferenziale dei veicoli normalmente impiegati per i servizi di soccorso e di pronto intervento e si sviluppa come un’ampia e lunga direttrice di collegamento est-ovest attraversando tutta la zona a nord della via Emilia Est.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il consigliere Carpentieri, oltre a ringraziare l’assessore per la completezza della risposta, ha detto di condividere la conclusione a cui sono giunti i tecnici comunali e ha aggiunto: “confido che l’amministrazione riesca a portare a intervento”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Modena usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le creme solari pericolose per la salute: 4 sostanze fondamentali

  • L'ex Commissario Venturi si ricrede: "Il lockdown totale è stato un errore"

  • Cosa fare a Modena e provincia: 10 idee per il weekend

  • Contagio, nel modenese quattro nuovi casi e un ricovero in Terapia Intensiva

  • Covid. In Emilia-Romagna oggi 31 casi e 7 decessi

  • Carpi, da domani attivi i nuovi fotored. Presto altri quattro incroci monitorati

Torna su
ModenaToday è in caricamento