Partecipate, ModenaFiere perde 250mila euro e inguaia il Comune

Accantonamenti di garanzia sulle perdite delle partecipate, dove la gestione di Bologna sulla Fiera pesa parecchio. E intanto si apre il valzer delle audizioni per le nomine in Fondazione CRMO

Tiene banco in Comune a Modena il capitolo 'partecipate e affini'. Oggi in Consiglio comunale è stato approvato il bilancio consolidato 2014 relativo alle società partecipate stesse: a favore Pd, Sel e Futuro a sinistra; contrari M5s, Forza Italia e CambiaModena; astenuto Per me Modena. La delibera è stata trattata insieme con la variazione al bilancio di previsione armonizzato del Comune, approvata con un milione e 820.000 euro di maggiori risorse per investimenti vari. 

Il Comune mette da parte quasi 11.000 euro in applicazione delle norme cautelative che prevedono un accantonamento, in misura proporzionale alla partecipazione, di una somma pari al 25% del risultato negativo conseguito nell'esercizio precedente dalle società partecipate, la cui perdita non sia stata immediatamente ripianata.

L'accantonamento è di 9.133 euro in relazione a ModenaFiere, controllate da BolognaFiere al 51% (dal Comune modenese al 14,6%), che hanno avuto un risultato negativo per 250.000 euro: la media dei tre anni precedenti è pero' positiva, con un più 51.000 euro. Un'altra quota dell'accantonamento, di 1.150 euro, è attribuita a Promo, che ha chiuso con 48.000 euro di risultato negativo, mentre 622.000 sono relativi all'Asp Charitas, che sempre ha avuto un risultato d'esercizio negativo per 5.800 euro. Luca Fantoni (M5s) si è concentrato su Promo e Modena Fiere, affermando che "sono diversi anni che Modena non indovina la fiera giusta: forse è ora di iniziare a valutare con BolognaFiere un piano per acquisire fiere che possano generare una buona affluenza di persone, perchè è vero che il settore fieristico è in crisi ma non tutto. Il nostro problema forse è proprio la scelta del tipo di fiere da promuovere e la loro gestione". Anche per Marco Forghieri "si dovrebbe fare un ragionamento con la Regione con l'obiettivo della riorganizzazione delle fiere". 

Restando sulle controllate, lo stesso Movimento incalza il sindaco sulla Fondazione Cassa di risparmio di Modena chiedendogli "da che parte sta". Le audizioni in commissioni dei candidati al Consiglio di indirizzo sono imminenti, in base all'iter approvato il 10 settembre dal Consiglio per le partecipate. Il gruppo M5s rivendica di aver sempre chiesto "una maggiore trasparenza sul tema delle nomine negli enti partecipati dall'amministrazione". E, cosi', le numerose candidature per la Fondazione, 61 per quattro posti in Consiglio di indirizzo, approderanno domani e mercoledì alle audizioni pubbliche in commissione consiliare e confermano "un grande interesse e una disponibilità senza precedenti dei cittadini alle scelte della città".

Incassano i grillini: "Siamo contenti che lo sforzo fatto in commissione e in Consiglio per una maggiore trasparenza, se anche non ha trovato un adeguato risultato in termini di normativa, abbia almeno spinto l'amministrazione a convocare queste due sedute straordinarie. Si prevedono sedute anche fino alle 23, ma "sarà bellissimo, anche per i candidati, potersi presentare davanti alla cittadinanza i cui interessi dovranno essere rappresentati", sottolinea il M5s.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

(DIRE)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 71 nuovi positivi, di cui 48 asintomatici. A Modena focolaio in un prosciuttificio

  • Covid. Altri 18 contagiati nel focolaio del salumificio di Castelnuovo

  • Frontale nelle campagne di Soliera, muore un ragazzo di 20 anni

  • Viaggia con la figlia e 32 kg di marijuana in auto, arrestato in A1

  • Contagio, 7 casi nel modenese. Uno è in ospedale

  • Forno rumoroso in centro storico, sequestrati i locali per la produzione

Torna su
ModenaToday è in caricamento