Seta e sindacati non trovano intese. Proclamato lo sciopero

Prosegue il braccio di ferro fra i sindacati e l'azienda del trasporto pubblico modenese. Oggi un incontro in Prefettura che però ha dato "risposte insufficenti" alle sigle che rappresentano i lavoratori. Prime ore di sciopero luned' 27 febbraio

Si è concluso stamattina, apparentemente con un nulla di fatto, il tentativo di conciliazione presso la Prefettura di Modena sulla vertenza aperta dai sindacati trasporti Filt/Cgil, Fit/Cisl, Uiltrasporti, Ugl/Autoferrotravieri e Faisa/Cisal Modena, verso Seta Spa. Negli ultimi tempi, dopo mesi di tregua, la polemica fra sigle sindacali e l'azienda si è riaccesa. I sindacati hanno infatti aperto una vertenza da due settimane su diverse questioni: ricorso massiccio allo straordinario, scarsa manutenzione e vetustà dei mezzi, problemi di sicurezza a bordo dei mezzi per cittadini e lavoratori. 

Stamane il vice prefetto di Modena Mario Ventura, dopo aver ascoltato le parti, ha provato in tutti i modi a trovare una mediazione tra le richieste sindacali e la direzione di Seta. Seta Spa ha dato risposte che i rappresentanti dei lavoratori considerano però "assolutamente insufficienti per affrontare e risolvere le questioni poste dai sindacati, a cominciare dalle nuove assunzioni di personale, che verrebbero fatte solo con contratti a tempo determinato e lavoratori somministrati".

"Seta è rimasta sorda sul tema della sicurezza per quanto riguarda le ore di straordinario che obbligano a turni fino a 15 ore di lavoro, di cui 13 ore di guida. Seta ha addirittura asserito che le ore di straordinario sono calate, riportando un dato medio annuale pro-capite, ben sapendo che così non è, in quanto lo straordinario è ripartito solo su un numero ristretto di lavoratori.  Per quanto riguardo la sicurezza dei mezzi, Seta non ha dato nessuna risposta sul miglioramento della manutenzione dei mezzi e sul rinnovo del parco autobus". 

Nonostante la mediazione prefettizia, le parti sono rimaste distanti, e pertanto i sindacati Filt/Cgil, Fit/Cisl, Uiltrasporti, Ugl/Autoferrotravieri e Faisa/Cisal Modena annunciano una inevitabile mobilitazione, con le prime 4 ore di sciopero per lunedì 27 febbraio 2017, nel rispetto delle fasce di garanzia.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Modena usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro alle porte di Pavullo, muore in auto un ragazzo di 19 anni

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Carnevale 2020, tutti gli appuntamenti di Modena e provincia

  • Manovre scorrette alla guida, parte la campagna di controlli della Municipale

  • Richiesta di concordato preventivo per la Goldoni Arbos, scatta lo sciopero

  • Ecco perché Benji e Fede si separano

Torna su
ModenaToday è in caricamento