Giorgio&Giorgio: Barbieri scrive una lettera aperta a Squinzi

L'Assessore allo Sport del Comune di Sassuolo, Giorgio Barbieri, scrive una lettera da recapitare direttamente a Giorgio Squinzi ma solo dopo averla fatta passare sotto gli occhi di tutti. Il politico rinnova la fiducia dei suoi rappresentati al patron

Carissimo Presidente,

 Nel mio ruolo di politico rappresento l'assessorato allo sport , mi onoro di questa carica che il mio Sindaco, Luca Caselli, mi ha affidato per seguire lo sport a Sassuolo.
Come prima cosa vorrei dirle che tutta Sassuolo le vuole bene, per quello che ha fatto nell'ambito sportivo ma anche per aver contribuito nell'ambito lavorativo e sociale a far grande la nostra città.

Questa premessa le sembrerà banale, ma sento il bisogno di dirglielo e credo che lei, in questo difficile momento, abbia bisogno di sentirsi vicino tutta la città.
In questi giorni immagino che lei si senta solo con i suoi dubbi e pensieri, ma posso garantirle che non è così: Sassuolo è con lei, al suo fianco, e l'auspicio di tutti è che lei rimanga il nostro condottiero, il nostro punto di riferimento.

Stiamo seguendo con trepidazione gli avvenimenti che si stanno susseguendo intorno allo scandalo sportivo che nostro malgrado ci coinvolge; personalmente sono convintissimo che la città di Sassuolo, i tifosi, i cittadini, la squadra e la Società, sono del tutto estranei alla vicenda e da sempre avulsi agli scandali.

Oggi ci chiamano in causa per cose che non oso nemmeno nominare, cose che non coinvolgono minimamente la nostra Società, sempre esemplare nel panorama calcistico nazionale. Anzi voglio rimarcare con forza e con orgoglio le nostre origini corrette e leali, che ci hanno sempre contraddistinto, in ogni ambito sociale e sportivo.

Presidente, abbiamo una grande fiducia nell’onestà dei giocatori del Sassuolo, inoltre crediamo nella giustizia sportiva, anche se nella maggior parte dei casi risulta lenta, macchinosa e porti a conclusioni non sempre del tutto chiare. A mio parere andrebbero  cambiate alcune regole, come ad esempio la responsabilità oggettiva in base alla quale, secondo la giurisprudenza sportiva, il reato di un tesserato diventa reato della Società di appartenenza.
In conclusione, vorrei che le arrivasse un messaggio importante da parte dell’Amministrazione Comunale e da tutta la città: siamo al suo fianco, ma nello stesso tempo anche noi abbiamo bisogno di sentire il Presidente tranquillo e fiducioso, con la volontà di proseguire a far grande il Sassuolo Calcio.

Giorgio Barbieri
Piccolo assessore di un grande Comune

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al parco Amendola, si allontana dalla casa di riposo e annega nel lago

  • Al supermercarto con il contenitore per alimenti portato da casa, a Modena si sperimenta

  • Lavoro nero, sospesa l'attività di una pizzeria di Maranello

  • Scappa di casa a soli 10 anni, ritrovato in stazione in piena notte

  • Fermata e denunciata per guida in stato di ebbrezza, chiama la sorella ma è alticcia pure lei

  • Inceneritore e qualità dell'aria: "I rifiuti da fuori Modena inquinano come 100mila auto"

Torna su
ModenaToday è in caricamento