Modena, Ardemagni: "Devo ringraziare i compagni per i miei gol"

E' attualmente in testa alla classifica dei capocannonieri di Serie B Matteo Ardemagni, uno degli idoli del tifo gialloblù. "Non sono un giocatore che scarta tre avversari e fa gol, quindi devo ringraziare i miei compagni"

E' tornato a vincere in casa il Modena e ancora una volta grazie al gol del capocannoniere di questa Serie B, Matteo Ardemagni: "Era una sfida importante e lo sapevamo tutti - ha detto il bomber di Milano -: dovevamo dare una svolta e fare più punti possibile anche giocando male. Dobbiamo salvarci facendo punti, perché basta perdere una partita per ritrovarsi di nuovo in basso. Siamo riusciti a vincere davanti ai nostri tifosi, quindi siamo ancora più contenti e andiamo ad Ascoli con ancora più stimoli e voglia di fare bene. Ci sono tante squadre racchiuse in pochi punti, perciò bisogna dare il massimo: mancano poche partite e il traguardo è vicino, dobbiamo raggiungerlo il prima possibile".

Tanti dei 19 gol di Matteo sono stati decisivi e hanno regalato punti importanti al Modena: "Sono contento che i miei gol siano decisivi - ha spiegato Ardemagni -, mi rende orgoglioso e felice ma devo ringraziare i miei compagni che mi mettono in condizione di segnare, non sono il giocatore che prende palla, scarta tre avversari e fa gol, perciò devo dire grazie a loro, a mister Novellino e anche a Marcolin che mi ha sempre dato fiducia. Fa un effetto strano stare più in alto di tutti e guardare gli altri, ma è ancora lunga e con sette partite tutto può succedere: ci sono tanti attaccanti che segnano, ma io cercherò di fare di tutto per vincere la classifica dei capocannonieri. Sventolare la maglia di Ponzo era il minimo, è stato un giocatore importante e molto amato dai tifosi del Modena, quindi il gol e la vittoria erano dedicato a lui. Avevamo portato la maglia anche a Castellammare, ma non abbiamo fatto gol quindi non abbiamo potuto alzarla".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • IQOS e sigarette elettroniche, presentato a Modena il primo studio sulla salute umana

  • Ritrovato il 16enne scomparso da Finale Emilia, sta bene

  • Mirandola, in manette il datore di lavoro del 39enne violentato: "Vittima totalmente succube"

  • Muore sulla panchina del parco delle Rimembranze, inutili i soccorsi

  • Benefici delle piante grasse: 5 motivi per cui averle favorisce la salute

  • Cadavere accanto all'auto ribaltata nel bosco, sarebbe la barista scomparsa

Torna su
ModenaToday è in caricamento