Carpi - Feralpisalò 1-0 | Carta canta, basta un gol per piegare la Feralpi

Decide un tap in del centrocampista sardo nel primo tempo. Match scorbutico, i biancorossi chiudono ogni varco fino al 95'

Tre punti per ripartire. Il Carpi – per una volta abbandonato l’abito scuro del “bel gioco” si scopre pragmatico ed attento, piegando con merito (1-0) una Feralpisalò granitica ma inconcludente, che ha pagato gli errori sotto-porta nel primo tempo di Legati e Scarsella, ma che nella ripresa non ha prodotto neanche una palla gol per sperare di recuperare il risultato. Di contro, per la Riolfo-band era indispensabile ripartire dopo due stop di fila e riprendere confidenza con i tre punti, fin qui ottenuti nel cinquanta per centro dei match. Ha deciso Ignazio Carta, un centrocampista che di solito non è avvezzo alla rete avversaria, basti dire che non segnava da due anni abbondanti (serie D, Vis Pesaro-L’Aquila), bravo a farsi trovare al posto nel momento giusto, firmando il gol da tre punti con il tap-in vincente su respinta del pur bravo De Lucia. 

Due rientri di peso nel Carpi che ritrova in difesa Sabotic (squalificato a Piacenza) e recupera in attacco Jelenic. Riolfo sceglie ancora Pezzi in mezzo al campo e Saric dietro i due attaccanti. Mezza rivoluzione in casa bresciana, con l’ex Sottili (portò il Carpi in C1 nel 2011) che rinuncia a Caracciolo, preferendogli Stanco, affiancando al terminale offensivo Scarsella e Maiorino. L’altro ex Legati trasloca a destra nel pacchetto arretrato. 

Occasionissima Salò al 13’ proprio con Legati che con la porta vuota, su invito da sinistra di Maiorino non arriva sul pallone con Nobile completamente fuori causa. Il Carpi però non è da meno due minuti dopo con la difesa gardesana che consegna a Saric un pallone con sopra scritto “scaraventami dentro”. Saric però colpisce male e tira alto da posizione favorevolissima. Al 23’ opportunità per Contessa che si fa “ipnotizzare” dall’uscita di Nobile.  La partita si sblocca poco dopo la mezz’ora, al 32’: Saric trova un varco a destra e crossa, Vano impatta di potenza, miracolo di De Lucia che respinge proprio sui piedi di Carta, il quale non può esimersi dallo scuotere la rete. Carpi in vantaggio e il centrocampista sardo che firma la prima rete stagionale, tornando al gol tra i professionisti dopo oltre tre anni. 
La partita è poco spettacolare, anzi è pure piuttosto cattivella per via dell’eccessiva foga dei lombardi che non vanno per il sottile, e l’incerto Acanfora non sempre valuta al meglio le situazioni. Sottili cerca di dare una sterzata alla sua squadra, ed opera nel breve tempo di tre minuti altrettanti sostituzioni, gettando nella mischia l’”Airone” Caracciolo.  L’arbitro omette colpevolmente il secondo giallo a Legati, già ammonito che si permette di fermare volontariamente il pallone con le mani. Feralpi che mantiene la parità numerica. Do occasioni neanche a parlarne, si gioca a lungo in un fazzoletto di campo e di varchi non se ne aprono. Forze fresche per Riolfo dopo la mezz’ora. Clemente per un esausto Lomolino, Maurizi per far rifiatare Jelenic. Masitto, ex calciatore biancorosso ed oggi “secondo” di Sottili, si vede sventolare il rosso al 39’ st per qualche imprecazione di troppo e – fischiatissimo – si avvia nel tunnel degli spogliatoi.  La gara resta in bilico sino al termine di un lungo recupero (5’)

GOL: 32’ Carta.
CARPI (4-3-1-2): Nobile 6,5; Pellegrini 5,5, Sabotic 6,5, Ligi 6,5, Lomolino 6 (32’ st Clemente s.v.); Saber 6 (40’ st Boccaccini s.v.), Pezzi 6 (45’ st Fofana s.v.), Carta 6,5; Saric 7; Jelenic 6 (32’ st Maurizi s.v.), Vano 6 (45’ st Carletti s.v.). In panchina: Rossini, Rossoni, Varoli, Grieco, Biasci, Mastaj, Simonetti, All.: Riolfo 6,5. 
FERALPISALO’ (4-3-3): De Lucia 6,5; Legati 4, Giani 6, Rinaldi 6, Contessa 6 (37’ st Mauri); Magnino 6, Pesce 6 (17’ st Carraro), Guidetti 5,5  (17’ st Ceccarelli) Scarsella 5,5 (37’ st Mordini), Stanco 5 (19’ st Caracciolo), Maiorino 6. In panchina: Liverani, Eleuteri, Caracciolo, Altare, Bertoli, Libera Hergheligiu. All.: Sottili 5,5
ARBITRO: Acanfora di Castellammare di Stabia 4 (D’Apice/Somma). 
NOTE: osservato un minuto di raccoglimento in memoria di Giorgio Squinzi, patron del Sassuolo, deceduto in settimama.  Espulso l’allenatore in seconda del Feralpi Masitto al 39’ st per proteste.Ammoniti:  Lomolino, Legati, Pesce, Guidetti, Maiorino, Pezzi. Spettatori 1278 di cui 544 paganti e734 abbonati (incasso 4067, quota abb. 4508,42). Ospiti 27.  Recupero 1’,  5’.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza di 22 anni muore dopo il trasporto dall'Ospedale di Sassuolo a Baggiovara, aperta indagine

  • Stasera su Italia1 anche Modena protagonista della puntata de "Le Iene Show"

  • Finge di voler comprare un divano online e si fa accerditare 3.000 euro

  • Via libera all'accensione dei termosifoni. Disponibile anche il bonus per le famiglie

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Non pagano la spesa e colpiscono i dipendenti, coppia denunciata all'Esselunga

Torna su
ModenaToday è in caricamento