Doping, domani 29 novembre convegno a Modena

"Il doping: normative, politiche e ricerca scientifica", domani venerdì 29 convegno a Modena. Il Centro regionale antidoping e la campagna "Positivo alla salute"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ModenaToday

Approfondire gli aspetti medici e giuridici del contrasto al doping in particolare negli ambienti amatoriali e dilettantistici del mondo sportivo; favorire il  confronto tra competenze diverse (medici, avvocati, magistrati, forze dell’ordine) per rendere più efficace l’attività di prevenzione. 

Su questi temi il Centro regionale antidoping della Regione Emilia-Romagna organizza per domani, venerdì 29 novembre, a Modena il convegno “Il doping: normative, politiche e ricerca scientifica” (Teatro Fondazione Collegio San Carlo, dalle 8.45 in via San Carlo 5). L’incontro  approfondisce i vari aspetti della legislazione antidoping nazionale ed europea, prendendo in esame gli aspetti giuridici, gli aspetti medico-scientifici, i limiti e i margini di progresso della ricerca scientifica nel contrasto al fenomeno.

Tra gli interventi, la relazione del magistrato della Procura di Torino, Raffaele Guariniello, sul tema “Obblighi e responsabilità penali in tema di doping”. Gli altri argomenti sono “Panorama nazionale e internazionale sulle attività antidoping”, “Il ruolo dell’Istituto superiore di sanità nella prevenzione del doping”, “Le iniziative in Emilia-Romagna per la tutela della salute nelle attività sportive”, “Il Centro regionale antidoping”, “Positivo alla salute, la promozione dell’attività motoria e dello sport sano: strategie, strumenti, reti e web 2.0”, “Il ruolo del Laboratorio: doping/antidoping e parametri fisiologici”, “Il doping in ambito tossicologico forense”, “Il ruolo dei carabinieri del Nas nella prevenzione e nella lotta al doping”, “La tutela della salute come prevenzione al doping”, “Il doping da illecito sportivo a reato per il codice penale”.

Il convegno si inserisce tra le iniziative della campagna “Positivo alla salute” che la Regione Emilia-Romagna ha messo in campo per il contrasto al doping e per promuovere l'attività fisica. La campagna, condotta con il coinvolgimento dei medici del Centro regionale antidoping, si concentra sulla tutela della salute degli sportivi (amatori, dilettanti e professionisti) e più in generale intende promuovere uno stile di vita sano, una corretta alimentazione, la diffusione di principi etici. Per informazioni,  www.positivoallasalute.it

Il Centro regionale antidoping, istituito nel 2005 dalla Regione Emilia-Romagna presso l’Azienda Usl di Modena, svolge consulenze e attività di formazione sulla prevenzione del doping  per le società sportive e per le palestre e attività di informazione nelle scuole; effettua controlli per verificare  lo stato di salute dell’atleta; si avvale di una rete di laboratori tossicologici dotati delle più recenti attrezzature per le analisi biochimiche e della biologia molecolare. Il Centro è impegnato nella ricerca scientifica per approfondire gli effetti delle sostanze dopanti.

Torna su
ModenaToday è in caricamento