Un derby continuo in Serie C, Carpi e Modena nel Girone B

Le due squadre della nostra provincia insieme a tutte le altre emilianoromagnole. Trasferte da Trieste a San Benedetto

E’ il girone che tutti o quasi volevano. Almeno in Emilia, che per la prima volta dopo decenni non ha squadre in serie B, ma presenta un contingente corposo e ricco nella categoria inferiore. Il Modena, recentemente ripescato, ritrova la Reggio Audace (ma sì, è la Reggiana!), e il Carpi che disputerà la C "unica" addirittura dopo 45 anni e che dopo sei anni e mezzo ridiscende sul terzo gradino del calcio nazionale.

Derby, si diceva: oltre alle due rappresentanti della nostra provincia (ultima sfida nel 2014/15, in serie B), l’Emilia-Romagna presenterà al via anche il Piacenza, dirottato dal girone A e grande delusa della passata stagione, con la B sfumata all’ultima giornata e poi nella finale play-off.  E ripercorrendo idealmente l’A14 c’è l’Imolese (con “diramazione” Ravenna), quindi Cesena e Rimini. Verso le Marche Vis Pesaro, Fano e Sanmbenedettese. Pochi km all’interno, ed ecco altri “canarini”, quelli della Fermana. In Umbria si andrà per incontrare il Gubbio, ma non la Ternana, spostata nel girone C. Verso Nord due le trasferte a Vicenza (una contro il glorioso Lanerossi, l’altra per sfidare la matricola Arzignanochiampo), una a Verona (ma non al “Bentegodi”) contro la Virtus Vecomp.

Che dire poi del Padova, forse la favorita numero 1 per la vittoria finale?  E della Triestina, anch’essa bruciata nella finalissima playoff dello scorso giugno per mano del Pisa?   La Lombardia – quasi tutta finita nel girone A, è rappresentata dall’ambiziosissima Feralpisalò. Anche Il Sudtirol, riaffidato a Vecchi per la panchina, rievocherà, come del resto i “leoni” del Garda dalla curiosa maglia verde e blu, al Carpi la storica stagione 2012-13, quella del salto in B.

Un girone molto competitivo, tanti i club attrezzati per i play-off, investimenti cospicui e tifoserie calde ed esigenti.  Tanta tradizione, come testimoniano i 55 campionati giocati dal Piacenza (comprese C1, C2 e Prima Divisione), i  46 tornei di C del Ravenna e del Rimini,  i 45 della Reggiana, i 43 della Sambenedettese, senza contare che ben otto club (Carpi, Cesena, Modena, Padova, Piacenza, Reggiana, Triestina e Vicenza), hanno disputato almeno un campionato di serie A. I calendari saranno resi noti il prossimo 25 luglio.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Salta la cassa con una tv sotto braccio, stroncata sul nascere l'impresa impossibile di un 31enne

  • Esce di strada con l'auto, morto un 59enne a Manzolino

  • L'ex compagno di classe saluta la sua ragazza, lui lo colpisce con una testata

  • Caduta sulla rotonda di Vaciglio, grave un cicloamatore

  • Truffa del CD-rom, incastrato un 45enne dopo sette colpi in città

  • Sale su un traliccio alla stazione e minaccia di gettarsi, salvata dai Carabinieri

Torna su
ModenaToday è in caricamento