Hellas Verona Sassuolo 1-0| Passo falso neroverde

Dopo un primo tempo di battaglia serrata, gli scaligeri riescono ad avere la meglio su dei neroverdi poco convinti con un calcio di rigore al terzo minuto del secondo tempo. Espulso l'allenatore Pea nel finale

Fulvio Pea, allenatore del Sassuolo

Non sempre "non c'è due senza tre". Il celebre, nonché ritrito vecchio adagio è stato puntualmente sfatato dal Sassuolo che oggi, in trasferta a Verona contro l'Hellas, ha mancato l'appuntamento con i tre punti tornando a casa a mani vuote: un contrasto aereo "maldestro" di Masucci su Bjelanovic al terzo minuto del secondo tempo procurerà alla squadra di casa il rigore vincente poi trasformato da Nicola Ferrari.

CRONACA - Per il Sassuolo, la partita inizia male: al 20° si infortuna Michele Troiano, il quale è costretto a cedere il passo al neoacquisto Marzoratti che andrà a posizionarsi come terzino destro, consentendo a Laverone di agire più come ala. La battaglia infuria a centrocampo e le squadre si scambiano occasioni da gol: al 25esimo un tiro di poco a lato di Karim Laribi, uno dei più attivi del Sassuolo, fa venire i brividi agli scaligeri, mentre il neoacquisto gialloblu Sasa Bjelanovic colpisce di testa da posizione ravvicinata costringendo Pomini al colpo di reni per togliere la palla da sotto la traversa. Un tiro da fuori sempre di Laribi chiama in causa un attento Rafael che si distende mettendo in angolo il pallone: di lì a poco, un acquazzone renderà impossibili gli ultimi minuti della prima frazione di gioco. Nella ripresa, non non si fa in tempo a sedercisi sulla poltrona che l'arbitro ha già fischiato un rigore contro i neroverdi: un contrasto aereo tra Masucci e Bjelanovic viene visto come falloso dall'arbitro Di Bello. Dagli 11 metri, Nicola Ferrari non sbaglia e trafigge Pomini. I neroverdi, visibilmente frastornati, faticano a riorganizzarsi: il gioco latita e i ragazzi di Pea tentano di combinare qualcosa con improbabili lanci lunghi che schizzano via sul terreno scivoloso. Terreno che che fa impantanare il rapido Boakye, oggi non pervenuto. Molto presente, invece, Gianluca Sansone, con il suo sinistro velenoso: l'ex giocatore del Frosinone oggi è stato artefice di una prestazione di rilievo, macchiata solamente dall'assenza del gol. Sul finire del match, la tensione è molto alta: un battibecco tra l'allenatore in seconda dell'Hellas Roberto Bordin e il mister sassolese Fulvio Pea, costringe l'arbitro ad allontanarli dall'area tecnica per un rientro anticipato negli spogliatoi.

LA SVOLTA - Il fallo da rigore di Masucci è costato la partita: da quel momento in poi, il Sassuolo è crollato psicologicamente e di fatto non ha abbozzato una reazione decisa e organizzata. Non si può certo sperare di vincere una partita solamente con le parate di un Pomini in gran spolvero.

 

Hellas Verona (4-3-3): Rafael; Abbate, Maietta, Ceccarelli, Scaglia; Esposito, Hallfredsson, Russo; Gomez, Bjelanovic, Ferrari

All. Mandorlini. A disp: Nicolas, Mancini, Jorginho, Pugliese, Berrettoni, Natalino, Tachtsidis

Sassuolo (4-3-3): Pomini; Laverone, Piccioni, Terranova, Longhi; Magnanelli, Cofie, Troiano; Laribi, Boakye, Sansone.

All. Pea. A disp: Bassi, Masucci, Rea, Marzoratti, Consolini, Bianchi, Marchi

Hellas Verona - Sassuolo: 1 - 0, Ferrari (48°, r)

Arbitro: Sig. Marco di Bello da Brindisi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina all'Eurospin, all'ospedale un dipendente colpito con un fucile

  • Frontale fra auto e camion, 26enne muore sulla Panaria Bassa

  • Assalto armato al portavalori, guardie rapinate all'uscita del Grandemilia

  • Acqua "del rubinetto" e tumori alla vescica, uno studio fa luce sulle correlazioni

  • Gli insulti in dialetto modenese più famosi

  • Raro tumore ad una mano, trentenne salvato dalla cooperazione medica tra Modena e Bologna

Torna su
ModenaToday è in caricamento