Sport e disabilità, la Nazionale di bowling sordi in ritiro a Modena

Gli allenamenti si svolgeranno sabato e domenica al bowling SottoSopra in vista dei Mondiali di agosto

La nazionale di bowling sordi si raduna a Modena in vista del prossimo Mondiale di Tapei, in Taiwan. La rassegna andrà in scena dal 1° al 12 agosto 2019 sotto la guida dell’allenatrice Alessandra Morra e del Direttore Tecnico Loretta Ciotti che in questi giorni hanno ultimato le convocazioni per il primo raduno che andrà in scena sabato e domenica, il 13 e il 14 aprile.

“Sarebbe molto bello portare in Italia delle medaglie – afferma Loretta Ciotti – ma soprattutto sarebbe bello dimostrare che l’Italia del bowling sordi c’è e sa fare bene. Le altre nazioni sono molto forti, non sarà certamente facile ma il gruppo è in grande crescita ed è questo il punto di partenza. Un grazie sincero va all'allenatrice Alessandra Morra perché grazie al suo programma di allenamento i ragazzi e le ragazze sono migliorate tantissimo, hanno aumentato il proprio impegno settimanale che coinvolge sia attività della Federazione Sport Sordi Italia, sia quella della Federazione Italiana Sport Bowling. E personalmente sono molto contenta”.

Agli ultimi Europei del 2018, la nazionale femminile ha conquistato un grandissimo argento dietro le campionesse olimpiche della Russia, salendo sul podio dopo 12 anni di digiuno, mentre la squadra maschile si è piazzata al 5° posto. Gli allenamenti si svolgeranno al bowling SottoSopra.

Ecco i convocati di questo primo ritiro, al quale ne seguiranno altri due prima della partenza per Tapei: Domenico Giacubbo (Genova), Giuseppa Torrisi (Torino), Maria Tirelli (Pettinengo, Biella), Anna Maiale (Vigevano, Pavia), Marco Mottaran (Cerea, Verona), Giuseppe Panelli (Castrocaro Terme, Forlì), Nadir Tronchi (Forlì), Davide Sacchi (Langhirano, Parma), Benedetta Foderà (Trapani), Claudia Jernej (Zoppola, Pordenone).

La Federazione Sport Sordi Italia, organizzazione che gestisce lo sport per persone sorde sul territorio italiano, ha una storia lunga nata alla fine degli anni ’20 e oggi conta sotto la sua guida ben 28 discipline sportive, dagli sport individuali a quelli di squadra. La FSSI è affiliata ai due organismi internazionali, ICSD e l'EDSO, rispettivamente International Commitee of Sport for the Deaf, che organizza le Olimpiadi dei Sordi e i Mondiali; e l’European Deaf Sport Organization che, invece, si occupa dell’organizzazione degli eventi sportivi continentali. Gli atleti che partecipano alle gare organizzate dalla FSSI possono essere tesserati, a seconda dei casi, anche con Federazioni sportive udenti ma, quando gareggiano per la FSSI, non possono portare apparecchi acustici o impianti cocleari, nell’ottica di una uguaglianza sostanziale della disabilità presente in campo: 55 decibel è il deficit uditivo nell'orecchio migliore, oltre il quale, nello sport, si può parlare di sordità.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In balia della corrente sul materassino, due ragazzi modenesi salvati in Salento

  • Turista multato per l'accesso in Ztl, arriva alla Municipale un assegno dalle Hawaii

  • Salta la cassa con una tv sotto braccio, stroncata sul nascere l'impresa impossibile di un 31enne

  • Esce di strada con l'auto, morto un 59enne a Manzolino

  • L'ex compagno di classe saluta la sua ragazza, lui lo colpisce con una testata

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

Torna su
ModenaToday è in caricamento