Modena, Ardemagni: "Se segnerò al Cittadella dovrò trattenermi, ma non sarà facile"

Sabato arriva il Cittadella al 'Braglia' e per il Modena deve essere la gara della svolta; l'ex, Matteo Ardemagni, spera di segnare ma si dovrà trattenere per non esultare. "A Cittadella la squadra giocava per me, ora mi devo adattare ad un altro modulo"

Altre due partite ravvicinate per il Modena a causa dei recuperi dei turni rinviati per maltempo. Sabato arriva il Cittadella e martedì, alle 18.30, il Padova; le due avversarie hanno qualcosa in comune ed è l'ex di turno, Matteo Ardemagni. "Sono due partite che non dobbiamo perdere, sfruttando al massimo il fattore campo anche per far vedere qualcosa in più al nostro pubblico. Fino ad ora non abbiamo mostrato nulla di buono, bisogna ammetterlo, perciò approfitteremo di queste due partite per dare la svolta". Proprio a Cittadella Ardemagni ha avuto la sua stagione migliore ed è esploso come attaccante aggiudicandosi il soprannome di "Ardegol": "Per me sarà uno stimolo in più giocare contro il Cittadella, proprio perché lì ho passato un anno fantastico, ma per il Modena è una sfida importante perché siamo in un periodo negativo e dobbiamo dimostrare il nostro valore".

Il canarino è però indeciso sul da farsi in caso di gol: "Ci pensavo proprio ieri: sarebbe il primo gol con la maglia del Modena, in casa e magari sotto la Montagnani, non so se riuscirò a resistere e a non esultare, ma ci devo riuscire". Certo è che ormai sarebbe anche arrivata l'ora di farlo, un gol, ma Ardemagni spiega come mai non sia così semplice: "Ultimamente siamo più concentrati sulla fase difensiva che su quella offensiva e purtroppo di occasioni vere non ne capitano molte. A Cittadella ero abituato ad avere la squadra che giocava per me, qui abbiamo un altro modulo e mi adatto io a giocare per la squadra; le palle passano tutte per Di Gennaro e c'è una seconda punta, ma devo solo stare tranquillo e presto il gol arriverà".

Essendo un acquisto del mercato di riparazione, Ardemagni non ha disputato la prima parte di campionato con mister Bergodi, tornato da pochi giorni: "E' un ottimo Mister - ha detto l'attaccante -, cercherò di conoscerlo meglio col tempo ma è molto preparato e ci sta dando il suo contributo per farci imparare a rendere al meglio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina all'Eurospin, all'ospedale un dipendente colpito con un fucile

  • Tragedia al parco Amendola, si allontana dalla casa di riposo e annega nel lago

  • Fermata e denunciata per guida in stato di ebbrezza, chiama la sorella ma è alticcia pure lei

  • Al supermercarto con il contenitore per alimenti portato da casa, a Modena si sperimenta

  • Assalto armato al portavalori, guardie rapinate all'uscita del Grandemilia

  • Frontale fra auto e camion, 26enne muore sulla Panaria Bassa

Torna su
ModenaToday è in caricamento