La staffetta 4x100 maschile Promesse ancora sul tutto d’Italia. Tanti i podi gialloblù di giornata

Entrano nel vivo i campionati italiani individuali Junior e Promesse a Rieti ed anche la Fratellanza alza i toni conquistando il titolo italiano Promesse nella staffetta 4x100 maschile e tanti altri podi tra cui il secondo posto nella medesima gara femminile

La velocità targata Fratellanza e il giusto mix tra atleti modenesi e reggiani ha portato le staffette 4x100 gialloblù categoria Promesse nuovamente ai vertici italiani. Il quartetto formato da Mark Emeka Obi Kalu, Matteo Ansaloni, Andrei Zlatan e Freider Fornasari ha chiuso davanti a tutti con l’ottimo crono di 40’’43, confermandosi per il secondo anno consecutivo campione d’Italia. Sul secondo gradino del podio, invece, le ragazze con la formazione composta da Laura Fattori, Leonice Germini, Anna Cavalieri ed Eleonora Iori. Per loro il buon crono di 46”16 alle spalle delle bresciane che con 45”65 hanno registrato la miglior prestazione italiana Promesse.

Salto in alto, Romani vola a 1.76 ed è terza

Il rientro di Nicole Romani lo scorso fine settimana a Imola è stato un ottimo trampolino di lancio per la sua gara a Rieti. Scesa in pedana concentrata, la romagnola di casa Fratellanza è riuscita a valicare l’asticella al primo colpo senza errori fino alla misura di 1,76 metri. La Junior classe 2000 non aveva mai saltato così alto prima ed è stata proprio l’impeccabile condotta di gara a farle avere la meglio sulla quarta classificata Rachele Bovo, con la stessa misura ma con due errori a 1,74. L’ atleta allenata da Giuliano Corradi ha migliorato di ben 3 centimetri il suo record personale. Dopo il 2.06 di domenica seguito a tanti mesi di stop, invece, Kelvin Purboo si migliora ancora valicando il 2.08 nella gara Promesse maschile e chiudendo al quinto posto.

Mezzofondo, bronzo per la Cornia

Nei 5000 metri andata in scena nella serata di ieri, Martina Cornia ha combattuto fino all’ultimo chilometro per il podio che è riuscita a conquistare con l’ottimo crono di 16’50”80 che le è valso anche il nuovo primato personale. Il finale corso in spinta ha visto la modenese distaccare la Duccoli della Quercia di Rovereto nella gara vinta dalla campionessa europea di cross Nadia Batocletti. Nella marcia maschile Cesare Cozza ha chiuso al quarto posto i dieci chilometri in 45’08”96 in una gara che lo ha visto faticare un po’ più del previsto nei chilometri finali.

Pradelli e Cavalieri continuano a crescere su 400 e 200

La finale dei 400 metri Promesse vedeva le finaliste presentarsi in gara guidate da Elena Pradelli che aveva corso più veloce di tutte in batteria. La modenese sapeva però di avere a che fare con la fuoriclasse, più volte in maglia azzurra, Rebecca Borga che come da pronostico ha vinto in 53”15. La Pradelli non ha trovato in finale le stesse sensazioni della gara precedente chiudendo quinta in 55”01, lei che in batteria aveva fatto segnare un 54”82. Sui 200 metri, invece, la velocista Anna Cavalieri ha guadagnato il pass per la finale di domani correndo in batteria il suo season best di 24”49.

Lanci, diversi i piazzamenti gialloblù

Nella gara di lancio del martello Junior Nicola Cipolli ha trovato il suo miglior lancio alla prima prova con la misura di 47,02, chiudendo dodicesimo. Nella finale del giavellotto Juniores, invece, settimo posto per Simone Coriani grazie al lancio a 53.56 metri di distanza trovato al secondo tentativo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Secchia e Panaro in piena, i ponti restano chiusi. Si contano i danni per gli allagamenti

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Tortellini e gnocco fritto nel cuore della City, "Bottega Modena" sbarca a Londra

  • Salvini arriva a Modena, Anche sotto la Ghirlandina scatta la mobilitazione delle "sardine"

  • Rubati i dati di 3 milioni di clienti Unicredit, preoccupazione anche Modena

  • "Buonasera, io sarei ricercato", ladro ventenne si presenta in caserma con la madre

Torna su
ModenaToday è in caricamento