Padova-Carpi 0-0 | E' un Carpi che sa soffrire, imbattuto anche a Padova

Pari senza reti contro la capolista che era a punteggio pieno. Super Nobile para un rigore a Santini. Ancora a secco Vano

Si alzano le asticelle, ma il Carpi si dimostra sempre all’altezza. Il Carpi torna da Padova con un bel punto. Finisce 0-0 all’Euganeo con la squadra di Riolfo che mette la museruola ad una squadra che fin qui aveva sempre vinto e che ora in classifica è affiancata dalla sorprendente Reggiana. Decisivo a conti fatti il rigore parato da Tommaso Nobile a Santini nel primo tempo, quello in cui i biancorossi emiliani si sono fatti vedere maggiormente dalle parti dell’area avversaria. Nella ripresa il Padova le ha provate tutte per schiodare il punteggio, ma in realtà non ha mai avuto grandi opportunità.  Un altro esame superato dalla giovane truppa di Riolfo cui nessuno chiede di vincere il campionato. Ma che ha in animo di essere protagonista in questo difficile ed equilibratissimo girone B della serie C.

LA PARTITA - E’ il big match della quarta giornata. Padova a punteggio pieno e Carpi due punti indietro. Riolfo rinuncia a Ligi proprio a pochi minuti dal via, gioca ancora Boccaccini. Saric si colloca dietro le due punte Biasci e Vano, Pellegrini si riprende la fascia destra in difesa. Nel Padova Pelagatti nei tre dietro con Kresic e il giovane Lovato. Per il resto Sullo propone la formazione annunciata. Pronti via e Carpi subito vicino al gol, dopo neanche un giro di lancette: punizione di Carta, tiro di Saric, sulla traiettoria si intromette Vano che gira prontamente a rete, gran risposta di Minelli. Emiliani aggressivi e decisi, Padova contratto nei primi minuti e un po’ in difficoltà. All’8’ Saric penetra in area indisturbato da sinistra, destro a giro sul secondo palo, palla a fuori. Protagonista il direttore di gara, in negativo. Marchetti non sanziona Lovato che stende fallosamente Pellegrini, poi Kresic che si aggrappa come può a Vano, quindi Baraye che sgambetta ancora Pellegrini, infine Santini che simula un fallo da rigore di Nobile che gli chiude alla grande lo specchio della porta.   Marchetti si supera al 25’ quando punisce uno “spalla a spalla” in area di Sabotic a Santini. E’ rigore quando arbitro dà, e il fischietto laziale decide così. Batte Santini ma Nobile si distende sulla sinistra e va a prendere il pallone nell’angolino basso. Il Carpi pian piano si abbassa, la qualità del Padova si manifesta con Germano (27’, conclusione ravvicinata oltre la traversa), e poi al 30’ con Castiglia che prova un esterno sinistro anch’esso fuori misura ma neanche poi di tanto. Proteste di Vano, cui viene in sostanza impedito di saltare in piena area su cross da destra di Carta al 37’.  Si va all’intervallo a reti inviolate. 

Il primo segmento della ripresa evidenzia una gara ancora più nervosa e spezzettata, mal gestito dal direttore di gara.  Bisogna aspettare per 24 minuti per annotare uno spunto, ed è di marca patavina, con un “a solo” di Germano che buca in mezzo le linee del Carpi ma poi Bunino (entrato al posto di Santini) si allunga la palla. Riolfo fa rifiatare Pezzi, e getta a 20’ dal termine nella mischia Fofana. Al 28’ un cross dalla destra di Fazzi manda in affanno la difesa emiliana, che si salva alla mezz’ora pure da un insidiosissimo rasoterra dello stesso laterale di Sullo, palla che sfila di pochi centimentri.  Esce Saber, entra Simonetti. Proprio l’ex Renate, al debutto assoluto, tira alto sugli sviluppi di un corner. Al 41’ Baraye si gira in piena area, ma Nobile è attento e blocca a terra. Lo stesso Baraye ci prova al 44’, ma la conclusione in corsa è ben lontana dal palo. Si gioca fino al 50’. Proprio nell’ultimo minuto Baraye beffa Pellegrini e mette in mezzo un pallone al veleno che per fortuna del Carpi nessuno intercetta. Finisce 0-0 e va bene così. 

PADOVA (3-5-2): Minelli 6,5; Pelagatti 6, Kresic 6, Lovato 6 (23’ st Cherubin); Fazzi 6 (38’ st Rondanini), Germano 6,5 (38’ st Buglio),  Ronaldo 6, Castiglia 6, Baraye 6; Mokulu 6 (38’ st Soleri), Santini 5,5 (16’ st Bunino 5,5) A disposizione: Galli, Serena, Capelli, Mandorlini, Daffara, Andelkovic, Sylla. All.: Sullo 6. 
CARPI (4-3-1-2):  Nobile 7; Pellegrini , Sabotic 6, Boccaccini 6, Sarzi Puttini 6; Saber 5,5, (31’ st Simonetti s.v.), Pezzi 6 (25’ st Fofana 6), Carta 6; Saric 6,5; Vano 6, Biasci 5,5 (45’ st Maurizi s.v.). A disp.: Rossini, Rossoni, Varoli, Carletti, Van der Heijden, Grieco, Lomolino, Mastaj, Ligi. All.: Riolfo 6,5.  
ARBITRO: Marchetti di Ostia 4,5   (Niedda e D’Elia, di Ozieri). 
NOTE: Giornata estiva, 28 gradi al fischio di inizio (17.36). Spettatori 4855 di cui 1305 paganti e 3550 abbonati. Incasso di giornata 12494,70, quota abbonati non comunicata. Ammoniti 9’ Saber, 18’ Santini, 25’ Sabotic, 43’ Pellegrini; nel s.t. al 18’ Baraye,  37’ Bunino. Al 26’ del pt Nobile para un calcio di rigore a Santini.  Recupero 0’, 5’

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni: Provincia di Modena in linea con la Regione. Via Emilia targata Pd

  • Frontale fra auto e camion, 26enne muore sulla Panaria Bassa

  • Raro tumore ad una mano, trentenne salvato dalla cooperazione medica tra Modena e Bologna

  • Acqua "del rubinetto" e tumori alla vescica, uno studio fa luce sulle correlazioni

  • Gli insulti in dialetto modenese più famosi

  • Bambina di sei anni precipita dalla seggiovia, paura sul cimone

Torna su
ModenaToday è in caricamento