Leo Shoes Modena Volley si presenta. Domenica parte la stagione

Serata di gala al PalaPanini: Giani super star insieme al trittico targato USA. Commovente l'addio di Antoine

foto Modena Volley

Finita la lunga estate delle nazionali del volley, ora si comincia a fare sul serio a livello di club. Serata di gala al Pala Panini, con la presentazione dello staff, della dirigenza e dei giocatori, stanchissimi per i viaggi di ritorno dalla World League.

Modena Volley al gran completo, tanti giovani interessanti pronti a dare il massimo quando chiamati in causa. Volti vecchi e nuovi, che stanno già entrando nei meccanismi di Andrea Giani, osannato dal pubblico modenese. Panchina che fa venire i brividi con Sartoretti e Cantagalli, per un trittico leggendario.

Nella serata che da il via alla stagione c'è anche il tempo per un commiato. Toccante, infatti, l'addio dello speaker Antoine, che ha fatto commuovere e si è commosso con i suoi ricordi, decantati con il suo stile inconfondibile e la verve che certo non è venuta meno. Mancherà al PalaPanini.

Poi sono stati presentati tutti i componenti della squadra. Di spicco i tre americani Christenson, Holt e Anderson, quest' ultimo riportato a Modena per tornare a vincere. Applausi per Kaliberda, lo schiacciatore tedesco, che ritrova Giani nel club. Ovazioni per lo Zar Ivan Zaytsevm naturalmente, e soprattutto per Bednorz, classe ’94, considerato futura stella di questo sport.

Tanti giovani, un po’ di curiosità per il secondo libero Iannelli, che farà rifiatare il veterano Rossini, e per il baby cubano Estrada, classe ‘00 dotato di un fisico imponente. Infine altri giovani che godono della fiducia del club, come Pinali, Bossi e Mazzone, che stanno facendo esperienza anche in azzurro.

Si conclude con foto e abbracci rituali una piacevole serata di vigilia di campionato: domenica in campo contro il Padova per partire subito sul pezzo, cercando di riprendersi in fretta dai lunghi viaggi.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
ModenaToday è in caricamento