Sassuolo Sampdoria, probabili formazioni | Pea: "Faremo una gara ad altissimo livello"

Una vittoria, serve solo una vittoria al Sassuolo per andare in finale. Domani, sabato 2 giugno alle 21, al 'Braglia' i neroverdi cercheranno di essere più forti della Sampdoria per quei 90 minuti che li separano da una finale play off

Si torna a giocare domani, sabato 2 giugno, alle 21. A sfidarsi sono Sassuolo e Sampdoria per la semifinale di ritorno dei play off; all'andata i blucerchiati hanno ribaltato il risultato battendo i neroverdi per 2-1 al Ferraris di Genova. A questo punto i ragazzi di Pea dovranno necessariamente vincere, essendo annullato il vantaggio dei due risultati utili su tre, vantaggio che ora è dei genovesi. Ad arbitrare l'incontro al 'Braglia' considerato agibile sarà il signor Tommasi di Bassano del Grappa.

QUI SASSUOLO - Torna a disposizione Bianchi che era stato a riposo mercoledì, ma Pea non vuole dare nessun vantaggio agli avversari sbilanciandosi sulla formazione. "Il Sassuolo sta bene e lo ha dimostrato anche mercoledì a Marassi - ha detto Fulvio Pea -: ha delle carte importanti per passare il turno. Il rigore parato fa parte degli episodi che a volte sono favorevoli e a volte negativi, li abbiamo analizzati per migliorarci in vista della partita di domani. Sono fiducioso perché vedo tutti i giorni i miei ragazzi lavorare, li ho visti crescere e credo che domani sera giocheranno una partita ad altissimo livello perché è questo che vogliono fare. Non temo nulla, se non la squadra avversaria perché la Sampdoria è veramente forte ma cercheremo in 90 minuti di essere più bravi di loro. Sono partite in cui non si può lasciare nulla al caso e la qualità è talmente alta che una svista può portare uno svantaggio così come è succeso mercoledì quando eravamo in vantaggio e un errore globale ci ha puniti. Questo è il gioco del calcio e questi aspetti ci aiutano a maturare per essere ancora più forti. Sansone sta bene, mercoledì ha fatto una grande partita e farà benissimo anche domani sera".

QUI SAMPDORIA - “Lo spirito dimostrato nella ripresa è quello che ha caratterizzato tutto il nostro girone di ritorno - ha detto Iachini a Città di Genova -, non dobbiamo avere timori reverenziali, senza venire meno alla nostra mentalità. Avevo preparato in un certo tipo di partita però non siamo partiti come avremmo voluto, in alcune circostanze abbiamo dato modo al Sassuolo di impensierirci, poi con il passare dei minuti abbiamo ritrovato gioco ed intensità.  Nella ripresa abbiamo ribaltato la partita, peccato non essere riusciti a segnare il terzo gol. È finito solo il primo tempo, il secondo ce lo giocheremo sabato e ci vorrà una grande partita. Voglio ringraziare il nostro pubblico -ha aggiunto il tecnico- perché non è facile trovare una tifoseria così umana ed allo stesso tempo fondamentale con il proprio sostegno. Noi ci uniamo a loro nella vicinanza alle famiglie colpite dal sisma, non possiamo che fargli gli auguri, nello stesso tempo il ringraziamento è ai tifosi per come ci hanno aiutati. A Modena andremo compatti ed uniti. Non dobbiamo avere il freno a mano tirato”.

PROBABILI FORMAZIONI

SASSUOLO (3-5-2): Pomini; Marzorati, Piccioni, Terranova; Gazzola, Valeri, Cofie, Bianchi, Longhi; Boakye, Bruno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

SAMPDORIA (4-3-1-2): Da Costa; Costa, Gastaldello, Rossini, RIspoli; Munari, Renan, Soriano; Juan Antonio; Pellè, Pozzi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Contagio. A Modena altri 14 decessi, calano gli interventi delle ambulanze

  • Centri commerciali e negozi, in Emilia-Romagna sabato e domenica confermate le chiusure

  • Test agli operatori sanitari, si parte la settimana prossima con i prelievi

  • Meteo | Impennata improvvisa delle polveri sottili, vediamo perché

  • Coronavirus. Modena rallenta, ma si aggiungono 10 decessi

  • I numeri nei Comuni: positivi e persone in isolamento in provincia di Modena

Torna su
ModenaToday è in caricamento