Modena Fc, venti società affiliate per crescere sportivamente insieme

Oggi la presentazione del progetto che allarga su tutto il suolo nazionale gli orrizonti del club canarino

(foto Vignoli)

Prosegue la crescita del Modena Fc dopo la rifondazione. Solo due mesi fa il club gialloblù ha presentato il progetto affiliate rivolto alle società della provincia modenese e dei territori limitrofi. Ottobre invece porta con sé un ulteriore novità che varca i confini dell’Emilia Romagna, spostandosi in Toscana, Lazio, Campania, Sicilia e Piemonte.  Un cammino nazionale, dove il cuore gialloblù sarà sempre più ampio ed esteso. Sono già 20 le squadre che hanno deciso di legare il loro nome al sodalizio di viale Monte Kosica.

Modena e affiliate faranno un percorso sportivo insieme, fatto di stage, corsi e scambi di informazioni fra le parti, non mancheranno i tornei che un po’ alla volta uniranno tutta l’Italia calcistica da nord a sud.  Oggi sono cinque le regioni coinvolte, nelle prossime settimane il pianeta Modena F.C sarà ancora più esteso. La volontà è quella di creare un polo calcistico dove sport, cultura e tradizioni avranno un posto di rilievo di grande spessore. Fanno parte del progetto: Ludos 90 (Firenze), Us Togoleto (Arezzo), Asd Vaglia (Firenze), Asd Pro Marcellina (Roma), Futsal Anzio (Roma), Gs San Pio X (Roma), Virtus Guarcino (Frosinone), Asd Borgo Quinzio (Rieti), SSD Roma VIII Arl (Roma), Città di Melito (NapolI), Boys Melito (Napoli), Polisportiva Palomonte (Salerno), Asd Macerata Soccer Campania (Caserta), APD Villafrati (Palermo), Asd Sporting Arenella (Palermo), Asd Montalbano (Agrigento), Iccarense (Palermo), Asd Montepellegrino (Palermo),  Apd Dribbling (Trapani) e Asd Costigliole F.C. (Asti)

Il progetto è stato presentato poco fa in conferenza stampa: “Questo è un passo importante per noi – dice il direttore generale Roberto Cesati – ed è stato fortemente voluto dal nostro vice presidente Paolo Galassini e inoltre dal presidente Romano Sghedoni e dagli altri vice presidenti Gian Lauro Morselli ed Alberto Lotti. Muoversi sul territorio, allacciare collaborazioni e poter vedere dei ragazzi è una linfa vitale per il calcio moderno”.

Un po’ alla volta sta crescendo tutto il settore giovanile: “E’ una giornata storica – sottolinea il responsabile del vivaio Mauro Melotti – per il movimento giovanile della nostra società, abbiamo una proprietà importante e questo ci permette di poter fare passi in avanti ogni giorno. Avere società affiliate in tutta Italia significa poter vedere i ragazzi allenarsi nel proprio  habitat naturale, questo favorirà il nostro scouting e darà la possibilità a tanti aspiranti calciatori di avere il sogno di giocare fra i professionisti”.

Oggi è stato mosso il primo passo: “Nel giro di qualche mese – spiega Fabio Dall’Omo responsabile dell’Accademy gialloblù – fra le affiliazioni nazionali presentate oggi e quelle nel territorio modenese ed emiliano romagnolo, arriveremo a 50 club e ad un totale di 7000 ragazzi da poter monitorare. A giugno faremo qui al Braglia un torneo nazionale con società provenienti da tutto lo stivale, durante lo stesso ci saranno workshop e alcune manifestazioni legate al turismo della nostra bellissima Modena”.

Il Modena F.C per sviluppare questo step si è avvalso della collaborazione dei project manager Giorgio Abeni e Fabio Gozzi: “Riteniamo – dicono entrambi in coro – che al giorno d’oggi nel calcio siano fondamentali tre parole e vale a dire la formazione,  lo scouting e gli eventi. Mettendo insieme queste tre cose si può fare calcio in una maniera proficua per tutti. Da adesso in poi molti ragazzi in giro per l’Italia avranno come seconda squadra da tifare il Modena, questo darà valore al brand gialloblù che è in crescita e permetterà agli allenatori delle società di venire qui a formarsi e a migliorare il loro bagaglio tecnico apprendendo nuove nozioni negli stage e con il lavoro sul campo”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non pagano il pranzo e al matrimonio arrivano i Carabinieri: "Le buste non bastano"

  • Podista investito e ucciso, tragedia alla periferia di Carpi

  • Finge di voler comprare un divano online e si fa accerditare 3.000 euro

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Scontro sulla rotatoria di strada Gherbella, due feriti e traffico a rilento

  • Ruba un telefono e lo nasconde nelle mutande, arrestato al GrandEmilia

Torna su
ModenaToday è in caricamento