Retrorunning. Podi e spettacolo, a Villa d'Aiano si parla modenese

Venturelli, argento, sfiora l'impresa fermato solo dal persistente infortunio. Nel femminile bronzo per l'esordiente Ianelli, preceduta dalla rientrante Zanasi. Vincono Callegari e Francescon

Il retrorunning sbarca sull’Appennino Bolognese per il tradizionale Retrosprint del Campanaro gara interamente in salita per la distanza di 1 km e circa 60 metri di dislivello con partenza in territorio modenese a Semelano e traguardo in territorio di Villa d’Aiano presso l’Agriturismo Cà del Campanaro. Attesa nel maschile per la sfida tra gli specialisti Alberto Venturelli (Vigili del Fuoco Arezzo – Gruppo Cremonini) e il ferrarese Paolo Callegari. Allo sparo, inizio fulminante del 35enne vignolese che staccava a sorpresa il favorito Callegari sul pianetto iniziale e prendeva il largo sulla prima ripida salita mantenendo invariato il vantaggio fino ai 600 metri quando il problema fisico che già lo aveva penalizzato nella gara di Ferragosto lo costringeva a rallentare vistosamente subendo il recupero dell’avversario che lo superava poco prima dell’ultima salita e consegnava la vittoria all’atleta della Corriferrara col nuovo record del percorso di 7 minuti netti. Secondo giungeva Venturelli, leader della classifica Retro Challenge, dolorante e visibilmente contrariato per l’occasione persa in 7’13” (record eguagliato), mentre il bronzo era del padrone di casa Francesco del Carlo.

Nel femminile vittoria netta della pluricampionessa italiana Giorgia Francescon (Vigili del Fuoco Arezzo) e terza assoluta sul traguardo, che ha preceduto l’ex campionessa italiana Costanza Zanasi (Vigili del Fuoco Arezzo), al rientro in gara dopo la maternità e all’esordiente savignanese Carlotta Ianelli (Vigili del Fuoco Arezzo). Vittorie anche per Beppino Rizzo (Vigili del Fuoco Arezzo) nei Master, Roberto Falcini (Silvano Fedi Pistoia) negli Argento e Fernando Olezzi (Lippo Calderara) negli Oro. Medaglia anche per la mascotte del retrorunning italiano Damiano Venturelli, figlio di Alberto e Costanza, che ha percorso una ventina di metri a 18 mesi appena compiuti. Prossima tappa sarà la storica Ranapastu in programma il 7 settembre a Pasturana (Alessandria).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Secchia e Panaro in piena, i ponti restano chiusi. Si contano i danni per gli allagamenti

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Tortellini e gnocco fritto nel cuore della City, "Bottega Modena" sbarca a Londra

  • Salvini arriva a Modena, Anche sotto la Ghirlandina scatta la mobilitazione delle "sardine"

  • Niente comizio in centro per Salvini. E le "sardine" si spostano in Piazza Grande

  • L'acqua filtra nelle cisterne, automobilisti in panne al distributore

Torna su
ModenaToday è in caricamento