Quadrangolari SportMore, Modena Volley in finale con Ziraat

A Sassuolo i gialloblu superano Monza e sfideranno i turchi, mentre a Mirandola la finale sarà Lube-Trento

Ziraat e Modena Volley da una parte, Lube Volley e Trentino Volley dall’altra. Sono queste le quattro finaliste dei due quadrangolari di volley organizzati da SportMore questo week end a Sassuolo e Mirandola, due tornei in parallelo patrocinati dalla Lega Pallavolo Serie A, oltre che dai Comuni interessati, e ribattezzati “Gruppo Ponzi Investigazioni – International Cup Città di Sassuolo” e “Gruppo Ponzi Investigazioni – National Cup Città di Mirandola”. Ieri sera – venerdì 11 ottobre – sono state disputate le semifinali mentre oggi – sabato 12 – andranno in scena le finali per il primo e terzo posto di questa manifestazione di straordinaria importanza per la provincia modenese che costituisce nei fatti le prove generali dei campionati di Superlega e serie A per 8 club di altissimo livello. Oltre alle finaliste citate in apertura, infatti, prendono parte alla kermesse Pallavolo Padova, Volley Monza, Bluvolley Verona e Lupi Santa Croce che si contenderanno le due medaglie di bronzo.

A SASSUOLO - Al PalaPaganelli di Sassuolo il match inaugurale delle 17.45 di venerdì 11 ottobre ha visto di fronte i turchi dello Ziraat Bankası Spor Kulübü e la Kioene Padova. Il primo set è andato alla formazione di Ankara abbastanza in scioltezza, 25-17, mentre il secondo è stato più combattuto e si è concluso sul 25-23 e nel finale i veneti, privi di diversi titolari infortunati, hanno provato uno sprint concluso sfortunatamente per loro senza esito. Avanti sul 2-0 con un parziale nel secondo di 16-0, i ragazzi di coach Medei hanno conquistato anche il terzo e ultimo parziale per 25-19 in 27’. Da segnalare i 14 punti di Escobar, i 13 di Ertugrul (col 71% in attacco) e i 4 di Herrizuelo alla battuta della compagine turca, mentre per Padova si è distinto Polo (9 punti con l’86%) e Volpato (11 punti). In ricezione Padova ha fatto registrare il 23% e Ziraat ha segnato il 18%.

Alle 20.30 sono scese sul parquet Leo Shoes Modena e Vero Volley Monza. I “padroni di casa”, seguiti da un buon pubblico, hanno fatto proprio il primo set per 25-23 dopo una partenza-turbo (11-5) che ha rovesciato l’iniziale vantaggio brianzolo; in realtà il parziale è stato combattuto e Modena si è imposta solo 25-23. Il secondo set ha visto Modena sempre avanti, nonostante alcune belle giocate a muro di Monza con Ramirez e Dzavoronok, chiudendo 25-20 e allo stesso modo nel terzo i gialloblù si sono imposti 25-19 con una fase di equilibrio solo nella fase iniziale della frazione. Decisivi per la squadra di Giani Bednorz e Zaytsev (13 punti e 1 ace ciascuno), mentre per il team di coach Soli si sono registrate basse positività in attacco, con Louati e Ramirez autori di 9 punti ma con percentuali inferiori al 50%. Equivalenti le percentuali di ricezioni, pari al 35% e 36% di squadra.

Oggi, sabato 12 ottobre, il PalaPaganelli di Sassuolo sarà il teatro delle finali del torneo “Gruppo Ponzi Investigazioni – International Cup Città di Sassuolo”. Alle 14.45 Kioene Padova e Vero Volley Monza scenderanno in campo per il terzo posto, mentre Leo Shoes Modena e Ziraat Bankası Spor Kulübü si affronteranno alle 17.30 per la prima piazza.

A MIRANDOLA - Al PalaSimoncelli il debutto è stato affidato a Cucine Lube Civitanova e Kemas Lamipel Santa Croce. Il maggiore tasso tecnico dei marchigiani di De Giorgi, campioni d’Italia e d’Europa, contro lo schieramento di A2 non ha comunque evitato ai toscani di Pagliai di fare bella figura: i parziali hanno visto Lube imporsi 25-21, 25-18 e 25-19 in un incontro a ogni modo mai in discussione, con alcuni “strappi” importanti come il 16-9 nel secondo set, nonostante nel terzo parziale i Lupi si portino avanti (9-6). Da sottolineare le prestazioni di Rychlicky e Kovar che hanno messo a referto 15 e 13 punti con percentuali oltre il 60%, ma pure gli 11 punti di Massari col 65%; dall’altra, per la formazione di coach Pagliai, parte lo score di Krauchuk è stato di 10 (però col 39%); alto lo score di Larizza, 8 punti con l’86%. Altissimo il 40% di ricezione di squadra della Lube; Santa Croce si è attestata sul 29%.

All’ora di cena si sono sfidate Itas Trentino e Calzedonia Verona nel derby dell’Alto Adige. Anche in questo caso il tabellino ha registrato un 3-0 abbastanza netto, con numeri elevatissimi per i giocatori di coach Lorenzetti in attacco e a muro (13 punti, dei quali 4 di Codarin), ma anche con una azione di difesa capace di annullare l’offensiva scaligera (appena 28%). Il primo set è stato il più combattuto, terminato 25-23 per Trentino che aveva allungato a 16-11 e dopo 30’ di gioco. Più definiti i punteggi delle altre due frazioni di gioco, concluse entrambe 25-19 ma con molti scambi nel terzo (29’ complessivi). Nel tabellino spiccano i 16 palloni messi a terra da Vettori (54% di positività), i 12 di Cebuli e i 10 della coppia serba Kovacevic-Lisinac con 10 (44% e 50% le percentuali); per la squadra allenata da Stoytchev risaltano i 10 punti di Boyer (solo il 30%) e i 9 di Birarelli (ben 67%). Per entrambi gli schieramenti la percentuale di ricezione si è attestata sul 20% (un punto in meno per Verona).

Oggi, sabato 12 ottobre, le finali al PalaSimoncelli per il torneo “Gruppo Ponzi Investigazioni – National Cup Città di Mirandola”cominceranno con la sfida per il “bronzo” tra Kemas Lamipel Santa Croce e Calzedonia Verona (alle 14.45), seguita dal confronto tra Cucine Lube Civitanova e Itas Trentino, trionfatrici nell’ultima stagione rispettivamente del titolo italiano e della Champions League i marchigiani e del mondiale e della Coppa Cev i trentini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pota gli alberi accanto alla linea elettrica fingendosi un addetto Hera e intasca 1.300 euro

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Chirurgia protesica del ginocchio, importante premio per il sassolese Francesco Fiacchi

  • Locale sovraffollato, denunciati i gestori e sequestrato l'Oltrecafè

  • Contromano in Tangenziale, un agente salta in guardrail e lo blocca

  • Sanità. Lo screening prenatale NIPT diventerà gratuito per tutte le donne in gravidanza

Torna su
ModenaToday è in caricamento