Simone Colombini ottavo agli Europei nei 3000 siepi

Il talento della scuola pavullese ottiene un buon posizionamento con la maglia degli azurri under 23 in Polonia

È un Italia under 23 in grande crescita quella che Stefano Baldini ha schierato in Polonia ai campionati europei con una pioggia di medaglie che fa ben sperare per il futuro dell’atletica azzurra. Il presente intanto è davvero positivo con le tre medaglie d’oro vinte grazie alla parmense Folorunso nei 400 ostacoli che d’inverno si allena anche a Modena nell’impianto indoor, il toscano Chiappinelli che ha dominato i 3000 siepi ed il trentino Crippa con una volata pazzesca nei 5000 metri.

Colombini: è ottavo in finale. Sono le 17 quando Simone accede allo stadio di Bydgoszcz gremito di atleti e pubblico, per una città che è abituata ad ospitare questi eventi nell’atletica mondiale.

La finale dei 3000 siepi vede al via tre azzurri: Chiappinelli, Abdelwahed e Colombini che si sono meritati il pass nei turni eliminatori di venerdì. Lo sparo accende subito Chiappinelli che da leader europeo si mette in testa ed inizia il suo monologo che lo porta  a metà gara ad avere 50 metri sul gruppetto di inseguitori in cui c’è Abdelwahed. Colombini invece ha scelto una partenza più prudente e si accoda al gruppo senza forzare la prima parte di gara. Mentre Chiappinelli continua il suo forcing e si invola verso il traguardo controllando il vantaggio acquisito e vincendo l’oro in 8’34”33,  dietro inizia la lotta per le medaglie e proprio nella riviera Abdelwahed sferra l’attacco decisivo che lo porta alla medaglia d’argento (8’37”02) mentre il finlandese Raitanen cade nell’acqua regalando il bronzo al britannico Coleman. Colombini invece è autore di una bella progressione finale che lo vede rimontare sino alla ottava posizione finale con il tempo di 8’54”80.

Il commento del tecnico Bazzani. “Ho visto la gara – al caffè Speranza con mezza Pavullo- e credo sia stato molto prudente. Avevamo pensato ad una gara attendista per raccogliere qualche atleta che pensavamo scoppiasse seguendo Chiappinelli che sapevamo avrebbe corso forte. Ed invece Simone non è entrato nel vivo della gara al momento giusto, e quando lo ha fatto i sei più forti erano già scappati via. Essere tra i primi 10 in Europa è sempre un risultato straordinario, ma resto con il dubbio che forse Simone oggi valeva qualcosa in più.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Patente a punti. Come fare controllo e verifica del saldo

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Meteo | Nevicate fino a quote basse, in arrivo la nuova perturbazione

  • Trova un portafogli al Novi Sad e lo restituisce, ricompensata con una cesta natalizia

  • Svaligiato un agriturismo a Nonantola, le attrezzatture ritrovate in vendita in un negozio di Castelnuovo

  • Furto in casa a Vignola, setacciati i "compro oro" e denunciata una ragazza

Torna su
ModenaToday è in caricamento