Vettel saluta Maranello, accanto a Leclerc arriverà Carlos Sainz

Oggi la Scuderia Ferrari ha ufficializzato quanto era già trapelato nei corridoi della Formula 1. Vettel saluterà il team a fine stagione e nel 2021 toccherà al figlio d'arte Caros Sainz sedere sulla rossa

Con un comunicato ufficiale la Scuderia Ferrari e Sebastian Vettel annunciano il divorzio. Non sarà infatti prolungato il contratto del pilota tedesco oltre la sua naturale scadenza, prevista al termine della stagione sportiva 2020. Vettel lascia il Cavallino dunque dopo sei anni: un'esperienza che era nata sotto i milgliori auspici dopo l'expoit dei quatto mondiali consecutivi vinti con la Red Bull, ma che non si è concretizzata nel modo sperato sulla rossa di Maranello, complici sia il predominio tecnico della rivale Mercedes, sia i troppi errori commessi dal tedesco negli utlimi due anni.

Un anno di transizione dunque - già profondamente segnato dal ridimnsionamento della stagione agonistica causa pandemia - nel quale per forza di cose emergerà il ruolo di prima guida di Charles Leclerc, su cui Ferrari ha deciso di puntare in modo evidente e a ragion veduta, visto il talento cristallino del giovane monegasco.

Ferrari ha già operato la scelta per sostituire il tedesco: accanto a Leclerc, a partire dal 2021, correrà infatti lo spagnolo Carlos Sainz Jr. Figlio della leggenda del rally che porta il suo stesso nome, Sainz ha debuttato in Formula 1 nel 2015 con la Toro Rosso, passando poi da Renault e McLaren, con la quale chiuderà la stagione attuale. Pilota solido nonostante la giovane età, 25 anni, Sainz ha dimostrato talento quando i mezzi tecnici gli hanno permesso di emergere, ma soprattutto costanza e concretezza. Due elementi indispensabili per un volante come quello della rossa.

Mattia Binotto, Team Principal Ferrari, ha commentato: "Abbiamo preso questa decisione insieme a Sebastian e riteniamo che sia la miglior soluzione per entrambe le parti. Non è stato un passo facile da compiere, considerato il valore di Sebastian, come pilota e come persona. Non c’è stato un motivo specifico che ha determinato questa decisione bensì la comune e amichevole constatazione che è arrivato il momento di proseguire il nostro cammino su strade diverse per inseguire i nostri rispettivi obiettivi. Sebastian è già entrato nella storia della Scuderia – con 14 Gran Premi conquistati è il terzo pilota più vittorioso ed è già quello che ha ottenuto il maggior numero di punti iridati – e nelle cinque stagioni fin qui disputate con noi è salito tre volte sul podio del Campionato Piloti, contribuendo in maniera decisiva alla costante presenza della squadra tra le prime tre della classifica Costruttori. A nome di tutta la Ferrari voglio ringraziare Sebastian per la sua grande professionalità e l’umanità dimostrate in questi cinque anni, nei quali abbiamo condiviso tanti momenti importanti. Insieme non siamo ancora riusciti a vincere un titolo iridato che per lui sarebbe il quinto ma siamo convinti che in questa anomala stagione 2020 riusciremo a toglierci ancora tante soddisfazioni".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sebastian Vettel descrive così l'addio: "In questo sport per riuscire ad ottenere il massimo bisogna essere in perfetta sintonia ed io e la squadra abbiamo realizzato che non esiste più una volontà comune di proseguire insieme oltre la fine di questo campionato. In questa comune decisione non entrano in alcun modo in gioco aspetti economici: non è il mio modo di ragionare quando si fanno certe scelte e non lo sarà mai. Quello che è accaduto in questi ultimi mesi ha portato tanti di noi a fare delle riflessioni su quelle che sono davvero le priorità della vita: c’è bisogno di immaginazione e di avere un nuovo approccio a una situazione che è mutata. Io stesso mi prenderò il tempo necessario per riflettere su cosa sia realmente essenziale per il mio futuro. La Scuderia Ferrari ha un posto speciale nella Formula 1 e le auguro tutto il successo che merita. Infine, voglio ringraziare tutta la famiglia Ferrari e, soprattutto, i suoi tifosi sparsi in tutto il mondo per il sostegno che mi hanno dato in questi anni. Il mio immediato obiettivo sarà quello di chiudere nella miglior maniera possibile questa lunga storia con la Ferrari cercando di condividere insieme ancora dei bei momenti, come i tanti già vissuti in passato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Venerdì sera, ritorna la movida. Multati sei locali del centro storico

  • Contagio. In provincia 11 casi, di cui 6 asintomatici del focolaio di Carpi

  • Perde il controllo della moto, 21enne muore sulla Nuova Estense

  • Coronavirus, un giorno da ricordare. Nessun nuovo caso e nessun decesso a Modena

  • Contagio, un nuovo caso a Modena. Deceduta una donna di Pavullo

  • Detenzione irregolare di armi, denunciati 17 modenesi durante le verifiche della Polizia

Torna su
ModenaToday è in caricamento