L.R. Vicenza - Carpi 1-0 | Vicenza amara per il Carpi

La "resistenza" dura un'ora e un quarto, decide Cinelli. I biancorossi finiscono in nove, espulsi nel finale Jelenic e Maurizi

Nulla da fare per il Carpi sul campo della capolista Vicenza, che si impone con un gol di Cinelli oltre la metà della ripresa. Si interrompe così, dopo sette vittorie ed un pareggio la serie positiva della squadra di Riolfo che non perdeva dallo scorso 28 ottobre (1-2 ad Imola). Esame “da grande” rimandato quindi per il Carpi, che fa quel che può al cospetto di un’avversaria non brillante ma ricca di esperienza e qualità, messe sul piatto al momento giusto della gara. Il Carpi è terzo e scivola a meno sette dal primo posto, il Vicenza vede più vicino il ritorno in serie B. Verdetto giusto, ha chi ha meritato e mostrato sul campo tutto il suo valore, pur se al termine di un match tutt’altro che spettcolare. Mercoledì si torna già in campo e neanche il tempo di riordinare le idee dopo questa sconfitta che per il Carpi c’è già da pensare al Cesena (stadio Manuzzi, ore 18.30).  

Non ci sono sorprese nella formazione mandata in campo da Riolfo, con il rientro di Ligi in difesa dopo la squalifica scontata contro l’Alto Adige. Vano e Biasci in attacco, con Jelenic in supporto. In panchina Cianci, l’ultimo arrivo, come pure Maurizi. Nel Vicenza squalificato Marotta, in avanti giocano Arma e Guerra.  Si gioca con una grande cornice di pubblico, quasi diecimila i presenti al “Menti” che trabocca di passione. “Devi vincere”, urla la gente al suo “Lane”, il Carpi però non sarebbe mica tanto d’accordo. Clima da corrida sin da subito, con scintille tra Bruscagin e Vano,  il quale viene ammonito al primo contatto. Al 10’ Liviero ci prova dalla distanza ma senza successo. Si replica al 12’, con un esterno destro di Saber, palla sul fondo. Il Carpi è troppo basso, la squadra di Di Carlo gli impedisce di uscire dalla metà campo. Al 18’ azione Pontisso-Guerra-Arma, c’è pure una superparata di Nobile, ma c’è fallo in attacco e il Carpi tira un sospiro di sollievo. Un minuto dopo è Vano a concludere un contropiede manovrato dei suoi con un destro che esce alla sinistra di Grandi. Al 25’ Saric tira dal lato corto dell’area ma ottiene solo un corner. Alla mezz’ora nessuna difficoltà per Nobile nel bloccare un colpo di testa di Cappelletti su traversone di Pontisso. Minuto 36, bello ed insidioso un traversone di Sarzi Puttini che mette i brividi a…Renzo Rosso in tribuna, nessun compagno (per l’occasione in maglia grigio-scuro) riesce a farsi trovare pronto  all’ appuntamento. 

Qualche protesta del Carpi, Cappelletti (già ammonito) tocca Biasci che filerebbe via verso l’area di rigore, l’incerto Meraviglia lascia correre. Non cambia il copione del match, col Vicenza che ci prova a mettere paura ad un’avversaria che appare timida nell’approccio, molti non hanno esperienza di questo tipo di partite. Troppo corto il pallonetto di Jelenic da quaranta metri, Grandi, inizialmente lontano dai pali, recupera la posizione e blocca senza problemi. Il match è molto spezzettato e tutt’altro che spettacolare. Bravo Nobile nello scegliere il tempo dell’uscita per fermare gli avanti vicentini al 12’. Occasionissima per il Vicenza al 23’, cross di Vandeputte per Arma che scheggia la traversa. Le energie cominciano a scarseggire, Riolfo ricorre a forze fresche dalla panchina. Fofana, Boccaccini e pure Cianci che rileva Vano, che gioca col fardello di un’ammonizione sin dagli albori del match. Proprio in questa fase arriva il gol dei veneti: sugli sviluppi di un calcio piazzato da sinistra, è il capitano vicentino Cinelli a realizzare con un sinistro di contro-balzo e facendo esplodere il “Menti”. In più, qualche minuto più tardi, Jelenic si fa buttare fuori (“rosso” diretto) per protesete. Non c’è reazione degna di nota, la granitica difesa di casa (solo 9 gol subìti fin qui) non lascia passare uno spiffero. Ed al 90’ si fa buttare fuori pure Maurizi per una pedata da dietro ad un avversario in mezzo al campo. 

GOL: 28’ st Cinelli. 
L.R. Vicenza (4-4-2): Grandi 6; Bruscagin 6, Padella 6, Cappelletti 6, Liviero 6; Zarpellon 5 (19’ st Tronco), Pontisso 6,5 (40’ st Rigoni), Cinelli 7, Vandeputte 6,5 (40’ st Zonta); Arma 6, Guerra 5,5 (27’ st Saraniti). A disp. Albertazzi, Pizzignacco, Bianchi, Bonetto, Bizzotto, Scoppa, Pasini,  Zonta,  Emmanuello, Rigoni.  All.: Di Carlo 6,5
Carpi (4-3-1-2): Nobile 6,5; Pellegrini 5,5 (19’ st Fofana 6), Sabotic 6, Ligi 6, Sarzi Puttini 6,5; Saber 6, Pezzi 6 (41’ st Maurizi 5), Saric 5,5 (25’ st Boccaccini); Jelenic 5; Vano 6 (25’ sy Cianci), Biasci 6. A disp. Rossini, Carta, Varoli, Carletti, Varga, Maurizi, Lomolino, Mastaj, Simonetti. All. Riolfo 6. 
ARBITRO: Meraviglia di Pistoia 5 (assitenti Barone e Trinchieri).  
Note: spettatori 9757 di cui 7657 abbonati e 2100 paganti. Incasso totale 81455 euro (quota abbonati 47386). Espulsi al 35’ st Jelenic, 45’ Maurizi.  Ammoniti pt 7’ Vano, 8’ Di Carlo (all. Vicenza), 46’ Cappelletti.  Nel s.t. 30’ Ligi, 32’ Cinelli. 40’ Saraniti. 44’ Liviero. Recupero 2’ pt, 5’ st.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro alle porte di Pavullo, muore in auto un ragazzo di 19 anni

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Pesanti tagli per Unicredit, "A rischio una ventina di filiali tra Modena e Reggio"

  • Manovre scorrette alla guida, parte la campagna di controlli della Municipale

  • Carnevale 2020, tutti gli appuntamenti di Modena e provincia

  • La città di Modena si riunisce in Duomo per l'ultimo saluto a Mirella Freni

Torna su
ModenaToday è in caricamento