Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Caricamento in corso...
Caricamento dello spot...

I nomadi occupano il parcheggio del Parco Ferrari, intorno degrado e sporcizia

 

Negli ultimi giorni presso il parcheggio nord del Parco Ferrari, su via Emilia Ovest, sono arrivati cinque camper di famiglie nomadi. Si tratta di camper che erano già stati notati nei mesi scorsi in giro per Modena e che occupavano per giorni parcheggi e aree della città dove però non si poteva sostare così a lungo. L'occupazione al Parco Ferrari sembra però stabile: attorno ai mezzi vi sono sedie, componenti di mobilio e persino un passeggino. 

Si tratta in realtà di una situazione che va avanti dall'anno scorso, con un viavai e un utilizzo improprio degli spazi che ha generato degrado nell'area: accanto ai cassonetti sono abbandonati sacchetti dell'immondizia, suppellettili e persino un condizionatore d'aria. Rifiuti e segni di bivacchi si trovano anche accanto alle aiuole del parcheggio, utilizzate in certe occasioni per consumanre i pasti.

Come spiegano i residenti, i primi camper si erano presentati già alla riapertura del parcheggio a seguito delal smobilitazione di Modena Park, quando gli "inquilini" avevano scoperto che potevano allacciarsi alla luce elettrica nei punti attivati da Hera per il concertone. Inoltre, l'organizzazione aveva anche lasciato manometri per l'acqua vicino alla fontanella, offrendo un'ulteriore opportunità agli occupanti.

La convivenza si è fatta dicciile con alcuni dei residenti delle palazzine sul lato opposto della strada, che hanno porvato ad avvicinare i nomadi presenti per "suggerire" quantomeno un maggiore decoro dell'area. per tutta risposta un cittadino sarebbe stato minacciato in maniera molto pesante.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ModenaToday è in caricamento