Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Educare i futuri automobilisti: la Polizia Stradale all'Istituto Corni

 

Si è tenuto questa matitna presso l’Istituto Corni – Polo Leonardo di Modena il primo appuntamento  di educazione stradale denominato “ABC – Autostrada Brennero in Citta” attraverso il quale la società Autostrada del Brennero e la Polizia Stradale incontrano il mondo della scuola per un progetto di educazione stradale; l’iniziativa è attiva già dall’anno 2014/2015 a partire dal quale decine di incontri sono state effettuati nelle città e nei paesi attraversati dall’Autostrada del Brennero con un progetto articolato e continuamente aggiornato nei contenuti e nelle modalità di comunicazione al fine di garantire la massima incisività.

Oltre alle attività di repressione dei comportamenti pericolosi per la sicurezza della circolazione stradale, è forse maggiormente importante l’attività di prevenzione ed educazione a comportamenti virtuosi da parte dei conducenti di veicoli, atti a preservare la vita o comunque l’integrità fisica di tutte le persone che si muovono per la strada. L’iniziativa è finalizzata a sensibilizzare i ragazzi delle scuole secondarie di secondo grado, prossimi al conseguimento della patente, sul tema dell'educazione stradale.

Il progetto didattico si articola in più momenti formativi e vedrà come elemento centrale la proiezione del film “Young Europe” di Matteo Vicino; questo film, prodotto dalla Polizia di Stato e che si incentra, con una trama avvincente, sul tema della sicurezza stradale, offre gli spunti per il successivo dibattito, condotto e moderato da personale specializzato della Polizia Stradale e dell’Autostrada del Brennero.

Non sono mancati momenti pratici durante i quali verranno mostrati i mezzi della Polizia Stradale e dell’Autostrada per gli interventi, le apparecchiature tecniche utilizzate ma, soprattutto, le prove di percorrenza su un percorso guidato, con addetti della Polizia Stradale e l’ausilio di speciali occhiali che simulano la percezione visiva del conducente in stato di ebbrezza alcolica o alterata da sostanze stupefacenti.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ModenaToday è in caricamento