Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attenti solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | “Ferrari at 24 Heures du Mans”, al museo di Maranello con i piloti del Cavallino

 

Si inaugura ufficialmente la mostra “Ferrari at 24 Heures du Mans” del Museo Ferrari a Maranello dopo l’apertura dello scorso 15 gennaio. L’esposizione celebra settant’anni di vittorie del Cavallino Rampante nella gara endurance più famosa del mondo.

Ospiti d’eccezione, oltre a Pierre Fillon, Presidente dell’Automobile Club d’Ouest (ACO), e Gérard Neveu,CEO del FIA World Endurance Championship (WEC), i piloti ufficiali di Ferrari Competizioni GT che hanno trionfato nella leggendaria gara di durata francese: Alessandro Pier Guidi, James Calado e Daniel Serra.

I tre vincitori della 24 Ore nel 2019, hanno ritrovato la vettura con cui hanno primeggiato nella classe LMGTE Pro ed il trofeo sollevato sul podio più famoso del mondo, entrambi esposti all’interno della “Sala delle Vittorie”.

Assieme a loro, hanno presenziato alla cerimonia Giancarlo Fisichella e Toni Vilander primi al volante della 458 Italia GT2 di AF Corse nel 2012 e 2014 e Andrea Bertolini vincitore sotto la bandiera a scacchi nel 2015 con la 458 Italia GT2 di SMP Racing.

L’esposizione

La mostra offre la possibilità di rivivere settant’anni di vittorie del Cavallino Rampante nella leggendaria gara endurance, ammirando da vicino alcune delle vetture che hanno conquistato i 36 successi che costituiscono il palmares Ferrari sul tracciato francese.

La mostra apre con un esemplare della 166 MM Barchetta Touring, un modello analogo a quello con cui Lord Selsdon e Luigi Chinetti si imposero il 26 giugno 1949, in occasione della gara di esordio della Ferrari a Le Mans. Non poteva mancare la 488 GTE con la quale Alessandro Pier Guidi, James Calado e Daniel Serra si sono aggiudicati l’ultima edizione della maratona francese, a settant’anni dal primo trionfo della 166 MM.

A partire da oggi i visitatori hanno inoltre l’opportunità di provare il simulatore della 488 GTE proprio lungo gli oltre 13 chilometri della pista di Le Mans e di partecipare gratuitamente al “86,400 Seconds Challenge” con il quale sfidare il tempo sul giro segnato da David Tonizza, F1 eSport Series World Champion. I più bravi saranno invitati di nuovo al Museo, dal 20 al 22 marzo, per una sfida finale che decreterà il vincitore.  

Al Museo Ferrari di Maranello, aperto tutti i giorni dalle 9,30 alle 18, sono esposti numerosi altri esemplari storici all’interno delle due mostre in corso: “Hypercars - L’evoluzione dell’unicità” e “90 anni - Scuderia Ferrari, la storia completa”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ModenaToday è in caricamento