Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Coma funziona il percorso della Medicina-Covid al Policlinico

 

Prof. Antonello Pietrangelo, Direttore Medicina Interna e Resp. Medicina-Covid Policlinico: "Dall’inizio dell’emergenza sanitaria il reparto del Medicina Interna del Policlinico, con la sua dotazione di 50 posti letto, ha accolto, oltre a pazienti modenesi normalmente ricoverati dal PS, sempre più numerosi pazienti sospetti o Covid positivi. Via via, con l’aumentare del flusso di pazienti in entrata, ha accolto anche numerosi pazienti Covid dal PS o da altri reparti. Dalla metà di marzo è stato necessario attivare una nuova sezione di 27 letti (Medicina-Covid) al secondo piano del Policlinico poi trasferita nell’area chirurgica del terzo.

Questo assetto incentrato sulle due strutture ha permesso di gestire direttamente un significativo numero di pazienti Covid (174 ad oggi), grazie anche ad una efficace collaborazione con pneumologi, infettivologi ed intensivisti. Particolarmente significativa l’interazione quotidiana con i colleghi pneumologi. L’attuale percorso aziendale prevede l’invio alla nostra Medicina interna dal PS dei pazienti sospetti non ancora accertati o di pazienti Covid (da PS o aree specialistiche) usciti dalla fase acuta. Dopo un periodo di accertamenti ed approfondimenti clinici, il paziente già Covid o accertato-Covid viene stabilizzato ed inviato alla Medicina-Covid per ulteriori cure e dimissione. I pazienti che presentano invece un aggravamento clinico e la necessità di intensivizzazione delle cure sono gestiti con i colleghi intensivisti, pneumologi ed infettivologi.  

Questo modello ha richiesto un grande sforzo organizzativo ma ha permesso di fronteggiare con successo il momento di maggior grazie soprattutto alla disponibilità, competenza e spirito di sacrifico dei miei collaboratori medici e infermieri, e anche degli specializzandi. Un sentito, forte ringraziamento va a loro e ai coordinatori infermieristici Giovanni Dezio (Medicina Interna) e Rosamaria Verdi (Medicina-Covid)".

Potrebbe Interessarti

Torna su
ModenaToday è in caricamento