Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Modena e Bologna. I 3 motivi per cui le due città si assomigliano più di quanto pensavi

 

Che Modena e Bologna siano due città legate dalla storia e dalla cucina è un dato di fatto, e sarebbe quasi inutile parlarne, eppure vi sono 3 caratteristiche che le rendono così simili, da sembrare uguali. 

La prima caratteristica è la presenza dei canali. Infatti, è noto che a Modena per numerosi secoli vi fossero canali all'aria aperta, utilizzati per il trasporto di merci e persone, e collegate con il resto del nord Italia. In particolare dal canale di San Pietro si raggiungeva Vignola, mentre da quello dietro il Palazzo Ducale si arrivava al Po e da lì a Venezia. Similmente però avveniva anche a Bologna, anch'essi attraversavano la città e anch'essi erano collegati al fiume Po. L'unica differenza è che alcuni di questi sono ancora visibili nella città, osservando alcuni scorci del centro storico.

La seconda è la cucina, perché che Modena e Bologna siano in continua lite per la paternità del tortellino è risaputo. In particolare, perché la città natale vera del tortellino, cioè Castelfranco Emilia, si trova a metà strada tra le due. Eppure similmente si può dire per le lasagne, che vennero citate ai tempi romani persino da Virgilio che era di Mantova, così come il famoso ragù. Infatti, sia le lasagne che il ragù vengono oggi dette alla bolognese, ma solo perché il primo a parlarne fu un bolognese, tal Francesco Zambrini, nel 1863, che le definì "bolognesi".

Il terzo sono le torri, ma qualcuno potrebbe dire che a Modena le torri non ci sono mai state eppure si sbaglia. Infatti la nostra bellissima Ghirlandina è detta dai modenesi Torre Ghirlandina e il motivo è presto detto. Infatti, fino al Ducento la Ghirlandina era più bassa e con tetto piatto, poi i bolognesi iniziarono a costruire le loro torri, di cui si parlava in tutta Europa. E fu in quel momento che anche Modena non voleva essere di meno e così penso di alzare la torre che già aveva. Eppure i modenesi avevano meno soldi e così per raggiungere l'altezza di 89,32 metri utilizzarono lo stile gotico per crearne un tetto molto spiovente che costasse poco ma rendesse la Ghirlandina così alta.
 

Potrebbe Interessarti

Torna su
ModenaToday è in caricamento