Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Perché gli Estensi da Ferrara diventarono duchi di Modena?

 

Per più di seicento anni la famiglia Estense ha governato la città di Modena, prima come marchesato, poi come ducato e poi come capitale di quello stesso ducato. Eppure la famiglia Este fonda le sue origini nei territori di Milano e nella Liguria, discendenti diretti dei Franchi, e con la fine della famiglia Adelardi fecero di Ferrara la propria capitale. Come mai fu proprio una famiglia ferrarese a governare la città di Modena? 

Qualcuno potrebbe rispondere con motivi di guerra, forse fummo conquistati da questa famiglia all'epoca straniera, ma non è così, perché furono gli stessi cittadini modenesi che nel 1288 chiamarono il marchese di Ferrara Obizzo II d'Este perché li governasse. Il motivo non è legato ad una particolare simpatia dei modenesi verso i ferraresi, seppur certo le strategie politiche dell'epoca vedevano bolognesi e reggiani molto spesso alleati contro Modena, e quest'ultima in cerca di alleanze esterne che guardavano con particolare attenzione a Ferrara. 

La verità è che Modena, che duecento anni prima si era dichiara Libero Comune, autogovernato, si ritrovava in una situazione di particolare disagio a causa delle lotte interne tra famiglie. La città era in balia delle guerre di potere interne, che andavano oltre i soliti schemi Guelfi e Ghibellini, ma erano giustificate più dal denaro che dalla politica, e spesso si concludevano in scontri a volte mortali. Non era raro che qualcuno delle famiglie modenesi fosse ucciso dai propri avversari e questo portava al susseguirsi di vendette.

I cittadini modenesi stanchi delle continue lotte intestine chiamarono i ferraresi a dar loro man forte, guardando agli Estensi come un gruppo di potere esterno alla città e quindi incorrotto. E non furono gli unici, infatti un solo anno dopo anche i cittadini di Reggio Emilia, vedendo i benefici portati da questo governo esterno, chiesero ad Obizzo di entrare sotto le sue grazie.

Possiamo concludere che se Modena è stata capitale di un ducato fu perché seppe guardare al di là del proprio patriottico potere, e scegliere attori esterni che potessero dare lustro alla città, altrimenti è molto probabile che avrebbe fatto la fine di città come Bologna o Rimini finite sotto lo Stato della Chiesa, o di altre come Mantova o Cremona che si arresero al potere di Milano.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ModenaToday è in caricamento