Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Cavezzo, il recupero di un pitone reale a bordo strada - IL VIDEO

 

Nel tardo pomeriggio di ieri gli agenti della Polizia Municipale di Cavezzo ha richiesto l'intervento del Centro Fauna "Il Pettirosso" perchè si erano imbattuti su di un serpente dalle dimensioni fuori dal comune, che si è rivelato essere poi una femmina di pitone reale. Giunti sul posto, i volontari hanno recuperato l'animale con tutte le cautele del caso, anche perchè l'esemblare era molto freddo ed in muta, pertanto molto vulnerabile ad eventuali predatori, ma ancor di più in pericolo perchè fermo su una banchina stradale.

Durante il rientro sono stati contattati i Carabinieri del Servizio Cites di Modena aggiornandoli sul ritrovamento e prendendo accordi sull'iter da seguire. I rettile è poi stato posto in una teca adatta alle sue dimensioni con una lampada ad infrarossi per riscaldarlo un po'. Successivamente è arrivata la visita del veterinario del Dipartimento di Sanità Pubblica dell'Ausl di Modena e dei militari del Cites, mentre l'Arma di Cavezzo ha avviato le indagini per accertarne eventuale proprietà col lettore per microchip.

Già in passato sono stati fatti ritrovamenti non propriamente nella routine dei volontari del Pettirosso: già due pitoni moluro di notevoli dimensioni a Fossoli di Carpi, un boa costrictor a in una scuola materna di Mirandola ed un'altro boa costrictor uscito dalla sua teca a Carpi. Poi un caimano, un varano, e recentemente anche una tartaruga azzannatrice: la lista si allunga.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ModenaToday è in caricamento