menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aumentano gli accessi ai Pronto Soccorso, l'appello: “Presentarsi solo in caso di urgenza”

Sono in aumento gli accessi ai Pronto Soccorso del territorio e l'Ausl invita a recarvisi solo per urgenze. In caso di insorgenza di sintomi associabili al Covid è necessario non presentarsi di persona alle strutture sanitarie ma contattare il proprio Medico o, per le emergenze, il 118

Limitarsi ad accedere al Pronto Soccorso solo in caso di urgenze: è l’indicazione che arriva dall’Azienda USL di Modena indirizzata ai cittadini della provincia, a fronte del deciso aumento degli accessi che si è verificato negli ultimi giorni.

Dunque l’invito è di presentarsi al Pronto soccorso solo in caso di urgenze non rimandabili, infortuni sul lavoro, patologie traumatiche e rispettare i percorsi previsti per gli altri casi. Particolarmente importante non accedere ai PS - tantomeno in altre strutture sanitarie, anche in caso di visite prenotate - in presenza di febbre superiore ai 37,5°C (anche se bassa), o altri sintomi sospetti associabili al Covid-19.

“Rinnovo l’appello già fatto alcuni mesi fa - dichiara il Direttore del Dipartimento di Emergenza-Urgenza Stefano Toscani -: non andate in Pronto soccorso se la situazione non è realmente grave, non accedete per velocizzare l’iter di approfondimenti diagnostici né per cercare di abbreviare l’eventuale richiesta di tampone, perché tali comportamenti mettono in crisi la capacità di risposta dell’intero sistema. Occorre che i nostri cittadini scelgano, e soprattutto rispettino, il percorso più adeguato per la loro patologia”.

Cosa fare in caso di sintomi sospetti per Covid-19

Primo fra tutti bisogna restare a casa. Non recarsi in Pronto soccorso o altre strutture sanitarie ma contattare il proprio medico/pediatra o la guardia medica. Contattare il 118 solo in casi di comprovata gravità (insufficienza respiratoria, alterazione dello stato mentale, ecc).

Le regole

È obbligatorio avere con sé sempre i dispositivi di protezione individuale nei luoghi al chiuso diversi dalla propria abitazione e all’aperto.

È prioritario il rispetto delle misure di prevenzione del contagio, come il mantenimento della distanza di sicurezza interpersonale, l’utilizzo della mascherina e l’igiene costante e accurata delle mani.

È fatto divieto agli accompagnatori dei pazienti di permanere nelle sale di attesa dei dipartimenti emergenze e accettazione dei Pronto soccorso (DEA/PS) salve specifiche diverse indicazioni del personale sanitario preposto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento