menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Intesa tra FIM e Città dei Motori: impegno su turismo, cultura e sicurezza

Impegno comune sul Piano del turismo motoristico promosso da Città dei Motori, con particolare attenzione agli itinerari per le due ruote; valorizzazione e tutela dei brand motociclistici storici; sensibilizzazione su tutela di ambiente, paesaggio, bellezze dei territori; eventi nazionali e locali su mobilità sostenibile e sicurezza stradale a due ruote. Questi i punti fondanti del protocollo firmato in videocollegamento da Luigi Zironi, sindaco di Maranello e presidente di Città dei Motori, e da Giovanni Copioli, presidente della Federazione Motociclistica Italiana.

Per Zironi "il mondo delle due ruote è sempre stato uno dei cuori pulsanti della nostra associazione. Il protocollo appena sottoscritto assieme alla FMI assume dunque un'importanza fondamentale e su temi quali la sicurezza stradale e la valorizzazione del 'Made in Italy' motoristico ci garantisce un ulteriore passo avanti soprattutto sul piano operativo, in quanto definisce con grande precisione i nostri obiettivi comuni e indica le tappe per raggiungerli con azioni coordinate e complementari. Con questo approccio si creano anche le condizioni ideali per dare un seguito tangibile alla nostra passione per i motori, che ha bisogno di idee e della formula giusta per trasformarle in qualcosa di concreto".

La rinascita del turismo motoristico, ha aggiunto il primo cittadino di Maranello, "necessita di alleanze pragmatiche come questa, senz'altro utili anche per valorizzare al meglio eventi e ricorrenze, come quelli del 2021 in cui, solo per citare degli esempi legati alla storia delle due ruote, la Vespa festeggerà i suoi 75 anni e la Moto Guzzi spegnerà le sue 100 candeline".

Copioli ha ricordato che "la Federazione Motociclistica Italiana è da sempre profondamente radicata su tutto il territorio nazionale attraverso i suoi oltre 1700 MotoClub.

Quindi è per noi indispensabile il contatto ed il dialogo con le Istituzioni locali e cittadine. Per questo sono profondamente soddisfatto del Protocollo d'Intesa siglato con ANCI Città dei Motori. Insieme sono certo che potremo condividere strategie e obiettivi su temi fondamentali come la sicurezza, ma anche sotto il profilo della valorizzazione del comune patrimonio motoristico, culturale e turistico".

(DIRE)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ufficiale, l'Emilia-Romagna torna in zona arancione da lunedì

Attualità

Zona arancione, cosa cambia da lunedì 12 aprile a Modena

Attualità

Focolaio covid all'Ospedale di Sassuolo, positivi 15 pazienti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento