Sabato, 16 Ottobre 2021
Attualità

Terza dose. Finora poche adesioni agli sms, ma l'Ausl resta fiduciosa

Solo il 22% dei pazienti fragili ha risposto positivamente al richiamo. "Molte persone vogliono sentire prima il parere del proprio medico, il ritardo è ascrivibile a questo passaggio"

Sulla terza dose o dose addizionale di vaccino alle persone immunocompromesse e fragili, in provincia di Modena, non si decolla: su un migliaio di notifiche dell'Ausl inviate ai soggetti individuati, la risposta dei vaccinati si ferma a quota 226. "È sicuramente meno di quel che ci si aspettava, valuteremo tra due o tre settimane la situazione e anche strategie differenti", riconosce il direttore generale dell'Ausl, Antonio Brambilla, facendo il punto oggi in videoconferenza. Alla guida di un'azienda che registra una capacità produttiva fino a 8.000 vaccinazioni al giorno in totale, Brambilla si mostra comunque fiducioso in prospettiva: "Tra soggetti immunocompromessi e over 80 nel territorio dobbiamo arrivare a raggiungere 55.000-60.000 soggetti fragili in totale, non dovrebbe essere un grosso problema".

E sul mancato decollo delle somministrazioni aggiuntive, osserva anche l'immunologo Unimore Andrea Cossarizza, oggi al fianco di Brambilla in videoconferenza: "C'è una risposta dei soggetti individuati solo del 22% anche perché molte persone vogliono sentire prima il parere del proprio medico, il ritardo è ascrivibile a questo passaggio. Prima di precipitarsi verso la nuova dose, ci si informa una volta in più. Ma dobbiamo continuare a mettere al sicuro- richiama Cossarizza- più popolazione possibile: alle persone va spiegato che il vaccino è un farmaco che mette in moto il sistema immunitario, che naturalmente cambia anche a seconda dell'età".

VIDEO | Rallentamento della pandemia. Brambilla e Cossarizza: "Bisogna andarci cauti"

Più in generale, sfuma l'immunologo Unimore, "non c'è comunque urgenza come un anno fa, la fase emergenziale è un po' scemata". La vaccinazione anche a Modena e dintorni, dove tuttora non si registrano casi di reazioni avverse gravi, come conferma ancora Brambilla, nella fascia d'età 12-14-15-19 anni sta dando buone risposte e "inoltre siamo sopra alla media regionale nelle fasce 12-19 anni, che segnano un trend migliore (pari al 79,5% per i 15-19enni, ndr) rispetto a quello di tutte le altre province dell'Emilia-Romagna", nota il direttore generale dell'Ausl.

Sulla terza dose o dose addizionale agli operatori sanitari, intanto, Brambilla ricorda che "prima tocca ai fragili e poi gli ultra 80enni, su cui a breve avremo indicazioni. Seguiamo l'orientamento del Cts, sui sanitari non ci sono ancora indicazioni". In ogni caso, confermano in azienda, a tutti gli operatori sanitari viene fatto il tampone più o meno una volta al mese, a seconda delle varie realtà, e a ad esempio dal rientro dalle ferie tutti sono stati tamponati. Intanto, da domani in provincia ci sarà il libero accesso per tutti nei punti vaccinali, e anche per questo le prenotazioni ultimamente risultano in calo. Ci si sta riorganizzando verso lo stop dell'hub di Modena e la chiusura del punto vaccinale di San Felice, mentre per il resto gli altri sono aperti. Intanto, Brambilla e la sua azienda ringraziano più volte i volontari che hanno collaborato alla campagna vaccinale in provincia, pari a un migliaio di persone.

Quando dura l'immunità anti-Covid oltre il dibattito nazionale sui nove mesi? ossarizza evidenzia: "La risposta più intelligente da dare è: non lo sappiamo e non ci inventiamo cose. Sappiamo però che qualche buona notizia c'è. Le persone che nell'estremo Oriente hanno avuto il Sars-Cov-1, nel 2003, dopo 17 anni avevano ancora cellule di memoria. È stato uno studio molto importante, perché indica che la risposta immunitario a quel coronavirus dura un sacco di tempo. Quello di oggi, però, è un altro coronavirus, e quindi calma e gesso. Quindi, la risposta scientifica oggi è questa: non lo sappiamo, ma speriamo vada nello stesso modo. Se andrà così, tra un paio d'anni, quando parleremo del Covid-19 ci berremo una birra. Nel frattempo, niente sparate e molta cautela".

(DIRE)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terza dose. Finora poche adesioni agli sms, ma l'Ausl resta fiduciosa

ModenaToday è in caricamento