Attualità

Forze insufficienti per gestire gli effetti della Brexit, agitazione alle Dogane

L'hub di Ups a Carpi per la logistica con il Regno Unito sta comportando un aumento del 400% delle attività di sdoganamento. Protestano i lavoratori

Lavoratori dell'Ufficio Dogane agitati nel modenese, dopo che Ups ha stabilito a Carpi il proprio hub per l'arrivo e le partenze delle merci da e per la Gran Bretagna. "Questo ha significato un aumento incredibile delle attività doganali, ma l'amministrazione non si è attrezzata e sta mandando i lavoratori allo sbaraglio, per cui è stato dichiarato lo stato di agitazione", segnalano i lavoratori della dogana modenese, dopo essersi ritrovati in assemblea. Se entro 10 giorni non cambierà nulla, quindi, ci sarà "lo sciopero con la chiusura completa dell'ufficio". 

L'organico è calato dai 52 addetti del 2017 ai 34 di oggi, con altri pensionamenti previsti nel corso dell'anno, ma allo stesso tempo in gennaio si è registrato oltre il 400% in più di attività di sdoganamento, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, oltre alle altre attività "già impegnative" da sbrigare. 

Si legge nella nota dei lavoratori: "L'amministrazione delle dogane a tutti i livelli non ha mosso un solo passo per affrontare il problema, pur a conoscenza della situazione che si è venuta a creare dall'1 gennaio, come testimoniato dal rilascio agli operatori delle specifiche autorizzazioni necessarie a fronteggiare il prevedibile aumento del movimento delle merci in import-export". 

In particolare, si chiede "che la direzione di Modena e la direzione interregionale Emilia Romagna-Marche, ciascuna per le proprie competenze, si facciano carico del problema strutturale di organico dell'ufficio". 

(DIRE)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forze insufficienti per gestire gli effetti della Brexit, agitazione alle Dogane

ModenaToday è in caricamento