rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Attualità

L'Associazione Italiana Giovani Avvocati incontra la Garante dei detenuti e il Direttore del carcere

Un confronto sul sistema carcerario modenese tra le diverse componenti che vi afferiscono

Si è tenuto nei giorni scorsi, presso il Dipartimento di Giurisprudenza Unimore, un incontro organizzato dalla sezione AIGA Modena (Associazione Italiana Giovani Avvocati), rappresentata dal Presidente della sez. avv. Alberto Rocchi e la Garante dei Diritti delle Persone Private della Libertà Personale di Modena, Prof.ssa Giovanna Laura De Fazio, unitamente al Direttore della Casa Circondariale, Dott. Orazio Sorrentini ed il Comandante Dott. Mauro Pellegrino.

Durante l’incontro è emersa la necessità di creare un'unione di sinergie, nei rispettivi ambiti di competenza, al fine di valutare la possibilità di proposte migliorative per la vita dei detenuti, del personale della polizia penitenziaria, dei volontari, nonché di tutti gli operatori della realtà carceraria, in applicazione dei principi costituzionali della finalità rieducativa della pena e riabilitazione.

In tale contesto, i referenti territoriali dell’ONAC (Osservatorio Nazionale AIGA sulle Carceri) avv. Filippo Antonelli e avv. Rossella Lioia, nonché gli avv.ti Giovanni Sivelli (del dipartimento di diritto sportivo della Fondazione AIGA Bucciarelli) e Akabisi Omenaka (del dipartimento dell'esecuzione penale, dell'ordinamento penitenziario e della Giustizia Riparativa della Fondazione AIGA Bucciarelli), hanno segnalato il particolare interesse nell’incentivare i collegamenti con l’esterno, valorizzando le attività lavorative e sportive quali strumenti fondamentali nel percorso risocializzante, attraverso un vero e proprio progetto di educazione alla legalità.

L’iniziativa è stata accolta con grande interesse in quanto si è riscontrata un’unanimità nell’intento di voler intraprendere progetti lavorativi e sportivi che siano in grado di ristabilire un nuovo equilibrio nelle relazioni sociali e che fungano da ponte verso l’esterno con effetti destigmatizzanti per i detenuti, favorendone il reinserimento una volta scontata la pena.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Associazione Italiana Giovani Avvocati incontra la Garante dei detenuti e il Direttore del carcere

ModenaToday è in caricamento