menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piogge in montagna, i fiumi tornano a crescere. Allerta arancione

Rischio "rosso" a Parma e Reggio, leggermente inferiore nel modenese. Il bollettino Arpae

Allerta rossa per rischio idraulico nel reggiano e parmense fino alla mezzanotte di domani, allerta arancione invece per le piene dei fiumi anche a Piacenza, Modena, Bologna, Ferrara e Ravenna. Le ha emesse l'agenzia regionale per e la protezione civile dell'Emilia-Romagna sulla base delle previsioni di Arpae. 

Gran parte del territorio emiliano-romagnolo, informa la Regione, sarà investito infatti "da una serie di fenomeni meteorologici intensi che potrebbero causare significativi effetti al suolo". Questo "per l'effetto combinato di una forte ventilazione da sud-ovest, dell'innalzamento delle temperature e delle piogge, anche a carattere temporalesco sui crinali dell'Appennino centro-occidentale, che potrà provocare lo scioglimento di parte del manto nevoso accumulato nelle settimane scorse". Oggi lo zero termico è previsto fra i 1.300 e i 1.800 metri, mentre domani scenderà a quote intorno ai 1.000 metri. 

In generale gran parte delle precipitazioni, a partire dai settori occidentali, consisteranno in piogge che potrebbero provocare un rapido rialzo dei livelli idrometrici dei corsi d'acqua, in particolare lungo i fiumi Enza, Parma, Secchia e Panaro. Nelle zone montane interessate da precipitazioni e dalla concomitante fusione della neve presente sul suolo, sottolinea sempre la Regione, "sono possibili fenomeni franosi lungo i versanti e lungo la viabilità, con ruscellamento e innalzamenti dei livelli dei corsi d'acqua minori".

(DIRE)
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Contagio, oggi 379 casi e 7 decessi in provincia di Modena

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento