Amministrazione vicino ai cittadini. A Maranello il Comune telefona a chi è solo o in difficoltà

Un servizio molto apprezzato per stare vicino anche a chi è isolato e dare sostegno a chi ne ha più bisogno. Anziani, persone in quarantena o positive al Covid contattate direttamente dall’amministrazione comunale di Maranello

“Pronto, è il Comune di Maranello, come sta?” in questi giorni drammatici dell’epidemia anche una voce amica, all’altro capo del telefono, può aiutare e fare sentire meno soli. A Maranello è la voce dell’amministrazione comunale, che da alcuni giorni sta contattando diversi cittadini residenti sul territorio, in particolare anziani che vivono soli, persone in quarantena o risultate positive e cittadini seguiti dai servizi sociali, per sapere personalmente  se hanno qualche necessità, o anche solo per fare due chiacchiere e offrire così conforto, in un momento in cui la solitudine si fa sentire di più.

 Sono i dipendenti del Comune, del Servizio Sociale, dell’Urp e della Biblioteca, ad effettuare le chiamate,  ogni giorno sono decine, mettendo in pratica una vera e propria rete di solidarietà tra le persone e ritrovandosi a volte nell’inedito ruolo di confidente di un proprio concittadino. Anche questo accade ai tempi del Coronavirus.

“Quando abbiamo pensato di avviare questo servizio, lo scopo era di supportare le persone sole, in particolare gli anziani o chi è costretto alla quarantena, nel procurarsi i farmaci e nel fare la spesa- afferma Daniela Ottolini, assessore ai servizi sociali- Nel sentirli per queste necessità diamo loro anche la possibilità di parlare con qualcuno e di togliersi qualche dubbio o anche solo di sfogarsi. A chi è più in difficoltà possiamo offrire il supporto di due volontarie psicologhe. Il servizio è stato apprezzato: evidentemente sapere che c’è qualcuno su cui si può fare affidamento per ogni esigenza o necessità aiuta a sentirsi meno soli. Inoltre diverse persone hanno ammesso che, pur avendo bisogno di una mano, non ci avrebbero mai contattato se non li avessimo chiamati noi. Un’ulteriore conferma dell’utilità di questo servizio”.

Nel concreto, dopo aver individuato le persone da contattare, i dipendenti del Comune hanno iniziato a telefonare ad ognuna di loro: ad ogni chiamata si identificano, chiedono se la persona abita da sola, se è autonoma, se ha qualcuno che gli possa fare la spesa o se hanno questa o altre necessità. Ma in alcuni casi i cittadini, grazie all’atteggiamento di disponibilità da parte dell’operatore, hanno utilizzato la telefonata anche  come semplice occasione per parlare, per stabilire un contatto umano in questo periodo di isolamento e alle  volte per confidarsi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In questo, in particolare con i più anziani, fanno sapere gli stessi operatori, ha aiutato anche l’utilizzo del dialetto. E tra gli aspetti curiosi che stanno emergendo, da sottolineare la sempre più diffusa capacità da parte di persone non giovanissime nel padroneggiare la tecnologia, dal computer allo smartphone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa dopo la scuola, ritrovata a Pavia la 16enne di Sassuolo

  • Covid, positività in 13 scuole modenesi. Nuovo caso al "Fermi"

  • L'auto si schianta contro una casa, 20enne muore sul colpo

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Contagio, 12 casi nel modenese. Nessun rientro dall'estero

  • Investe un ciclista e fugge, caccia ad un'auto-pirata a Vignola

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento