rotate-mobile
Attualità

L'area Secchia Est in A1 ingloba parte del parcheggio dell'ex hotel Holiday Inn

Il Consiglio ha espresso parere favorevole sul progetto presentato da Autostrade. Ok agli espropri ma con servitù d’uso alla struttura dell’ex albergo

L’area di servizio autostradale Secchia est verrà ampliata e riorganizzata con la realizzazione di nuovi piazzali per la sosta breve di autovetture e mezzi pesanti, di numerosi spazi a verde attrezzati con tavoli e panche, oltre a un adeguamento dell’impianto di illuminazione. Nella seduta di giovedì 2 marzo, il Consiglio comunale ha approvato all’unanimità la delibera illustrata dall’assessora all’Urbanistica Anna Maria Vandelli, che esprime parere favorevole, con prescrizioni, in merito al progetto definitivo presentato da Autostrade per l’Italia spa sull’ampliamento dell’aerea di servizio in variante agli strumenti urbanistici comunali.

“Il progetto – ha spiegato l’assessora – si inserisce nel quadro generale degli interventi programmati dalla società per migliorare il livello qualitativo e quantitativo dei servizi offerti all’utenza autostradale e prevede importanti lavori di costruzione e ristrutturazione di infrastrutture, oltre che di adeguamento e ampliamento degli spazi destinati al parcheggio degli automezzi. L’aumento delle superfici destinate alla sosta dei veicoli e la razionalizzazione degli spazi esistenti – ha proseguito – consentiranno di realizzare non solo un aumento della capacità di parcheggio, ma soprattutto una più corretta disposizione dei mezzi nelle zone destinate alla sosta, evitando le numerose manovre cui sono costretti attualmente gli utenti a causa del frequente stato di congestione delle aree esistenti, con conseguenti situazioni di pericolo per l’incolumità delle persone”.

Sul progetto è in corso la Conferenza dei servizi decisoria indetta dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, volta a ottenere le intese, i pareri, le autorizzazioni e i nulla osta sul progetto. Il complesso oggetto di un riassetto funzionale è formato da due nuclei distinti entrambi accessibili con mezzi unicamente dall’autostrada: il primo l’area di servizio con bar, servizi e distributore; il secondo relativo all’albergo con annesso ristorante e attività commerciali.

La deliberazione consiliare è necessaria per consentire l’apposizione del vincolo preordinato all’esproprio di zone limitrofe all’area di servizio, procedura a carico della società Autostrade che provvederà, inoltre, alla preliminare bonifica ordigni bellici superficiale e profonda. E, con le prescrizioni, il Comune chiede che, sulle aree oggetto di esproprio già asservite al vicino edificio destinato ad attività turistica-ricettiva e commerciale, l’ex Holiday Inn, sia istituita una servitù di uso o equipollente diritto a favore della struttura per garantire alla funzione alberghiera e ristorativa la dotazione di parcheggi necessaria qualora la proprietà intenda riprendere l’attività ormai interrotta da molti anni. I parcheggi in progetto dovranno essere realizzati in modo tale da contenere al massimo l’impermeabilizzazione del suolo, rispettando i parametri ecologici definiti dalle norme di Piano, e l’intervento dovrà prevedere un miglioramento dell’inserimento paesaggistico nei margini dell’area di intervento, visto il circostante contesto rurale.

Ampliamento Area di Servizio Secchia Est

Il progetto prevede, in particolare, la creazione di una zona per il parcheggio dei mezzi pesanti, posta a fianco dell’area attuale in corrispondenza della corsia di ingresso e transito dei mezzi pesanti. Ancora, è in programma l’integrazione dell’attuale zona per il parcheggio delle autovetture con la creazione di una nuova area dedicata, la realizzazione di un piazzale destinato al parcheggio autovetture a servizio del personale operante all’interno dell’area stessa, di una adeguata rete di smaltimento e trattamento delle acque del piazzale, oltre all’adeguamento dell’impianto di illuminazione alle normative vigenti. È prevista, inoltre, la realizzazione di spazi attrezzati con tavoli e panche per il consumo di pasti brevi posti a ridosso del nuovo parcheggio bus turistici, del nuovo parcheggio tir e del parcheggio autovetture in aree a verde opportunamente ombreggiate da alberi ad alto fusto. La società Autostrade provvederà alla realizzazione delle opere di carattere generale (corpo e sovrastruttura stradale), mentre le società concessionarie dei servizi (bar-ristorante e stazione di rifornimento) provvederanno in caso di necessità al miglioramento e alla realizzazione dei fabbricati di competenza.

Aprendo il dibattito, Diego Lenzini (Pd) si è detto soddisfatto per “la buona pratica” degli spazi condivisi: “In questo caso, andiamo a prendere uno spazio attualmente inutilizzato e gli diamo una seconda vita: la logica è quella di non sprecare le aree ma di valorizzarle grazie a nuove funzioni”.

Stefano Prampolini (Lega Modena) ha espresso approvazione per il riutilizzo dell'area dismessa. Il consigliere ha voluto evidenziare il valore strategico dell'operazione parcheggi: “Si tratta di un beneficio importantissimo per lo snodo autostradale di Modena”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'area Secchia Est in A1 ingloba parte del parcheggio dell'ex hotel Holiday Inn

ModenaToday è in caricamento