Martedì, 21 Settembre 2021
Attualità Fiorano Modenese

Un apiario come ‘sentinella’ ambientale alla Riserva di Nirano

Affidato a due giovani apicoltrici per monitorare la qualità ambientale, insieme alla gestione delle arnie didattiche e del miele prodotto dalle api delle Salse.

Da alcuni giorni alla Riserva regionale delle Salse di Nirano, nel comune di Fiorano Modenese, è stato posizionato un apiario ‘sentinella’. Si tratta di 15 nuove arnie installate presso l’Ecomuseo Cà Rossa, dedicate al monitoraggio e all’osservazione della qualità ambientale dell’area, mediante l’allevamento delle api e la raccolta delle produzioni che ne deriveranno. Queste forniranno dati utili sullo stato di salute degli insetti.

Le api, importanti fautori di biodiversità specifica, sono particolarmente esposte alla contaminazione ambientale, sia per la loro capacità di bottinare su una vasta area intorno all’alveare (in media 3 km di raggio), sia per l’alta organizzazione sociale di cui godono.

L’apiario ‘sentinella’ si aggiunge alle 4 arnie didattiche già presenti nell’area della Riserva.

Da tempo l’Amministrazione di Fiorano Modenese sostiene percorsi didattici sulla vita degli alveari, con visite guidate e laboratori per le scuole; sostiene anche un progetto di valorizzazione dei prodotti alimentari della Riserva, di cui il miele è un esempio.

Ogni anno le operose api della Riserva producono oltre 10 kg di miele, che viene lavorato, invasato ed etichettato ai sensi della normativa vigente, ma l’annata particolarmente difficile causa anche degli evidenti effetti provocati dalla rapidità dei cambiamenti in corso, sia dal punto di vista climatico-ambientale che da quello tecnico-produttivo, rischia di compromettere il raccolto di miele in Riserva. Per questo è importante l’attivazione di un apiario ‘sentinella’ che consenta di monitorare la situazione.

Per proseguire i progetti avviati, verificare e tutelare lo stato di salute delle api, mantenere gli alveari, secondo principi consoni all’ambiente naturale, il Comune di Fiorano Modenese ha affidato la gestione dell’apiario ‘sentinella’ e delle arnie didattiche, per tre anni, alla società agricola ‘Api Libere’, con sede a Reggio Emilia. Il valore economico dell’affidamento è di 2.250 euro complessivi, per tre anni.

Le due giovani apicoltrici di ‘Api libere’, oltre ad occuparsi della gestione delle arnie in Riserva con attività di ordinaria e straordinaria manutenzione, si occupano anche di miele bio e progetti didattici ecologici, come ad esempio “Adotta un’ape libera, patrocinato dalla Regione Emilia Romagna.

Ad ottobre ricorre la Giornata Mondiale dell’Alimentazione indetta dalla FAO, il cui tema 2021 sarà “Il futuro dell’alimentazione è nelle nostre mani”. In questa occasione le apicoltrici, come operatori di Fattoria Didattica, proporranno tre visite guidate alla scoperta del mondo delle api e del miele delle Salse di Nirano (3-10- 17 ottobre). Grandi e bambini potranno così avvicinarsi alla vita delle api e scoprire da vicino la sottospecie autoctona italiana (Apis mellifera ligustica), oltre ad approcciarsi in modo interattivo alla biodiversità dell’ambiente che ci circonda e ai temi dell’ecologia e della territorialità del miele italiano. Le visite (su prenotazione) termineranno con la degustazione finale di un cucchiaino di miele di millefiori.

Vivere in prima persona queste esperienze, potendo toccare con mano cosa accade, in quel preciso momento in campo, è fondamentale per capire cosa accade in natura, perché le api sono in difficoltà e come possiamo con la nostra impronta sostenere maggiormente l’ambiente che le circonda.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un apiario come ‘sentinella’ ambientale alla Riserva di Nirano

ModenaToday è in caricamento