Una App per il triage "fai-da-te", due dottorandi Unimore guidano il progetto CovidGuide

Il progetto pensato anche per il monitoraggio dei pazienti COVID-19, vede come coordinatore del gruppo italiano un dottorando di Unimore del corso di Dottorato in Clinical and Experimental Medicine. Con lui ha collaborato un collega di corso. Sono il dottor Jacopo Demurtas ed il dottor Roberto Tonelli

Una applicazione, o meglio una web-APP, pensata per il Triage dei malati, fruibile quindi da smartphone, tablet e computer, studiata per aiutare i pazienti con COVID-19 o con sintomatologia sospetta ad autogestirsi, garantendo al contempo sicurezza e servizi.

È questo il progetto internazionale “Uniti contro il Coronavirus” che vede coinvolti due dottorandi del XXXV corso di Dottorato in Clinical and Experimental Medicine (CEM) di Unimore, coordinato dal prof. Giuseppe Biagini, il dottor Jacopo Demurtas, tutor la prof.ssa Elena Righi, e il dottor Roberto Tonelli, tutor il prof. Enrico Clini.

Il team internazionale, coordinato da in4medicine/SMASS (Swiss Medical Assessment), Inselspital e Università di Berna (Svizzera), sta implementando una APP per il self triage, molto utile per i “positivi” che trascorrono la quarantena a domicilio e per gli anziani e le persone che vivono questa situazione in condizioni di forzata promiscuità, che consente ai pazienti e ai loro conviventi di monitorare la propria sintomatologia, tramite un’intelligenza artificiale modellata sul chatbot (simulatore di conversazione).

La APP, che assiste il paziente come fosse un medico personale da remoto, è in grado di rilevare i sintomi di allarme e supporta il paziente nel processo decisionale, invitandolo a seguire le indicazioni internazionali OMS e nazionali di condotta e affidandolo, ove opportuno, alle cure dei professionisti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La APP potrebbe anche essere in grado di geo-localizzare l’utente, fornendo quindi informazioni fondamentali per l’identificazione precoce di nuovi focolai infettivi e garantendo loro ulteriore sicurezza. (link app https://covidguide.health/it/ )

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa dopo la scuola, si cerca una 16enne di Sassuolo

  • Focolaio in un bar di Carpi, l'Ausl invita gli avventori a fare il tampone

  • Altri quattro casi nelle scuole. Classi in isolamento a Modena, Carpi e Castelfranco

  • Vintage e Second Hand | 4 negozi di pezzi d'abbigliamento unici e pregiati a Modena

  • Covid, positività in 13 scuole modenesi. Nuovo caso al "Fermi"

  • L'auto si schianta contro una casa, 20enne muore sul colpo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento