Serramazzoni, la Provincia gestisce l'appalto delle nuove elementari: "Tempi stretti, fondi a rischio"

L'ente di Viale Martiri fungerà da stazione appaltante per conto del Comune, nella speranza di veder andare in porto il progetto e intervenire nella drammatica situazione del paese dell'Appennino

La gara d'appalto del primo stralcio del nuovo polo scolastico di Serramazzoni che riguarda la scuola primaria, sarà gestita dalla Provincia di Modena sulla base di una convenzione, approvata dal Consiglio provinciale, venerdì 29 novembre, dove il Comune di Serramazzoni delega la Provincia delle funzioni di stazione appaltante per questo progetto. Un tassello molto atteso per iniziare a sanare la drammatica situazione dell'edilizia scolastica serramazzonese, che nei giorni scorsi ha visto anche la sospensione dell'attività dell'asilo.

«Abbiamo risposto - ha affermato il presidente della Provincia Gian Domenico Tomei, presentando la convenzione - a una richiesta del Comune con l'obiettivo di consentire il rispetto dei tempi per l'aggiudicazione dei lavori entro la prossima primavera, pena la perdita del finanziamento. Il Comune - ha aggiunto Tomei - non dispone di personale adeguato, anche in relazione alle complesse modalità di aggiudicazione tramite l'offerta economicamente più vantaggiosa che tiene conto dei parametri qualitativi delle proposte».

Tomei ha aggiunto che la Provincia fornisce un supporto di competenze ed esperienza senza entrare nel merito delle scelte del Comune con l'obiettivo di fornire un contributo per garantire una nuova scuola a studenti e famiglie, in una realtà in particolare difficoltà.

Al Comune restano le responsabilità della progettazione, del finanziamento (oltre un milione di euro), la nomina del responsabile del procedimento e la stipula del contratto.  La convenzione prevede anche un rimborso alla Provincia per il personale e le altre risorse impiegate pari allo 0,60 per cento del valore dell'appalto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel corso della discussione in Consiglio, Antonio Platis del gruppo Uniamoci ha motivato il voto di astensione sottolineando la necessità di predisporre una convenzione quadro che fissi i criteri per questo tipo di assistenza ai Comuni, un tema sul quale il presidente Tomei ha risposto che «la Provincia presenterà un progetto nelle prossime settimane per mettere a disposizione il servizio di stazione appaltante a tutti i Comuni».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in via Pancaldi, non ce l'ha fatta lo scooterista di 55 anni

  • Coronavirus, 39 nuovi casi positivi in regione: 10 sono a Modena

  • Coronavirus, 69 nuovi casi in regione. La metà tra Bologna e Reggio Emilia

  • Covid, famiglie e imprese dovranno segnalare i rientri dall'estero. Poi quarantena in hotel

  • Assalto al distributore Coop del Grandemilia, colonnine divelte con una ruspa

  • Nuovo amore per Nicoletta Mantovani, la vedova Pavarotti sposta a settembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento