Uno sportello a sostegno delle famiglie "intrappolate" nel gioco d'azzardo patologico

Dal 4 luglio, al Centro di piazza Redecocca un servizio per la prevenzione e il contatto precoce con giocatori a rischio. Progetto del Comune insieme ad Ausl e Ceis

CONTRO IL GIOCO D’AZZARDO UNO SPORTELLO PER LE FAMIGLIE
Dal 4 luglio, al Centro di piazza Redecocca un servizio per la prevenzione e il contatto precoce con giocatori a rischio. Progetto del Comune insieme ad Ausl e Ceis

Il gioco è un passatempo fino a quando non senti l’ossessione della vincita e la tua felicità è affidata ad una roulette. Allora il gioco d’azzardo è un problema serio per grandi e piccoli”. È il messaggio affidato alla locandina che annuncia l’apertura di un nuovo servizio “per uscire dal gioco”: lo Sportello di ascolto per la prevenzione del gioco d’azzardo patologico presso il Centro per le famiglie del Comune di Modena, in piazza Redecocca 1. Lo Sportello, che apre giovedì 4 luglio, intende essere un ulteriore strumento sul fronte della prevenzione del gioco d’azzardo per favorire un contatto precoce con giocatori a rischio e facilitarne l’accesso ai servizi di cura.

Destinatari del servizio sono quindi cittadini a rischio, non solo chi ha già il problema a livello patologico, ma anche chi ha il sospetto che il gioco stia assumendo un ruolo determinante per sé o un familiare o desidera anche solo avere informazioni a riguardo.

Nasce da un progetto di Comune di Modena, Azienda Ausl e Fondazione Ceis nell’ambito degli interventi distrettuali per la prevenzione ed il contrasto al gioco d’azzardo patologico per il biennio 2019-2020. I progetti, circa una decina di cui alcuni già avviati, come le iniziative del marchio “Slot free”, coinvolgono diversi settori dell’Amministrazione comunale, dell’Azienda sanitaria e del Terzo settore con il coordinamento del Settore Politiche sociali e godono di un finanziamento regionale.

In particolare, con lo Sportello di ascolto di piazza Redecocca esperti e operatori del Ceis escono dai centri preposti negli ambiti sanitari per entrare più facilmente in relazione con le famiglie toccate da un problema che può seriamente minare i rapporti all’interno del nucleo. Il nuovo Sportello è infatti inserito all’interno dei Servizi sociali territoriali e in particolare di quelli espressamente rivolti alla famiglia.

È aperto il giovedì dalle 15.30 alle 18.30 e offre accoglienza, ascolto e informazioni relative ai problemi del gioco d’azzardo, consulenza telefonica, informazioni e orientamento sulla rete dei Servizi territoriali, incontri individuali e di gruppo. Il progetto prevede anche l’attivazione di gruppi di confronto e supporto di mutuo aiuto, oltre che iniziative di sensibilizzazione.

Allo Sportello si accede di persona presso il Centro per le Famiglie, telefonicamente (392 5837478) o per e-mail (centro.famiglie@comune.modena.it). Per informazioni sul servizio si può contattare il Centro per le Famiglie tel. 059 2033343-3614.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna in zona gialla da domenica: Bonaccini: "No al coprifuoco natalizio"

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

  • Dpcm Natale 2020, approvato il decreto che vieta gli spostamenti tra regioni e comuni

  • Coronavirus. In regione il 13,8% dei tamponi è positivo. Modena resta la peggiore per nuovi contagi

Torna su
ModenaToday è in caricamento